Home Eventi Sbarco di Anzio, celebrazioni al via in nome della pace e dei...

Sbarco di Anzio, celebrazioni al via in nome della pace e dei bambini

1694
0

Sono partite ufficialmente ieri le celebrazioni del 73° anniversario dello Sbarco di Anzio, anche quest’anno molto ricche ma con alcune grosse novità: una grafica totalmente nuova che parla di pace, che mostra foto inedite di bambini anziati sulla spiaggia e che accantona, definitivamente, i ricordi di guerra quale fase oscura del genere umano. Un evento quello  di questo 2017 che punta alla solidarietà con i più deboli, vittime innocenti degli orrori di ogni guerra, e che viene dedicata alla figura di Angelita, dei bambini e delle nostre connazionali Fabrizia Di Lorenzo – uccisa durante l’attentato di Berlino mentre si trovava al mercatino per fare i regali di Natale – e Valeria Solesin che un anno fa esatto perse la vita durante l’attentato al Bataclan di Parigi.

In attesa di entrare nel vivo delle manifestazioni, ieri mattina presso l’Ufficio Circondariale Marittimo della Guardia Costiera al Porto di Anzio, è stata inaugurata l’ottava edizione della mostra “Bandiere sul Mare – 1944 Anzio e Cassino: Via Crucis per Roma”, organizzata dall’associazione “Warriors at Anzio“. A fare gli onori di casa è stato il giovanissimo comandante del porto di Anzio, Alessandro Cingolani, con lui il comandante della Capitaneria di Porto Roma-Fiumicino Fabrizio Ratto Vaquer in rappresentanza del direttore marittimo di Civitavecchia, il contrammiraglio Giuseppe Tarsia il luogotenente, Domenico Tenace, oltre che l’assessore alla Cultura Laura Nolfi e gli organizzatori della mostra Sisto Orlandini e Giuseppe Tulli. La mostra – che propone una vsta selezione di documenti, foto, cimeli e uniformi complete dei corpi militari – rimarrà aperta, con ingresso libero al pubblico e alle scuole, tutti i giorni fino al 24 gennaio dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00. Far comprendere alle nuove generazioni le atrocità del passato per promuovere una cultura della pace: questo l’intento dell’Amministrazione e dell’associazione Warriors at Anzio che, insieme al Museo dello Sbarco e alla segreteria del Sindaco – ha detto durante il suo intervento Nolfi – hanno lavorato all’organizzazione di questo ambizioso programma”. Nella stessa mattinata, l’artista anziate  Marco Massarelli ha donato una sua importante opera all’Ufficio circondariale marittimo.