Home Cronaca Anzio Scuola Angelita, il plesso resta chiuso. Riapertura dopo le vacanze di Natale

Scuola Angelita, il plesso resta chiuso. Riapertura dopo le vacanze di Natale

1605
1

E’ arrivata poco fa dal comune di Anzio la comunicazione relativa alla chiusura ad oltranza del plesso Angelita, situato nel quartiere Sacida dove nei giorni scorsi si era verificata una fuoriuscita di gas dal bombolone esterno e dove da oltre 10 giorni non funzionavano i termosifoni. “A salvaguardia degli alunni e del personale scolastico – riferisce il sindaco Luciano Bruschinila scuola Angelita resterà chiusa fino a giovedì 22 dicembre, al fine di ottemperare al D.P.R. 151/2011, recante la disciplina dei procedimenti in materia di prevenzione incendi“. Il che equivale a dire che resterà chiusa per tutte le vacanze di Natale.

La decisione del primo cittadino è stata assunta in seguito al fonogramma del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco che giovedì scorso hanno effettuato un nuovo sopralluogo nella struttura per consentire l’espletamento di ulteriori lavori finalizzati alla sicurezza dello stato dei luoghi. “Abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità per evitare la chiusura prolungata dell’edificio – afferma l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Nolfi che poco fa ha terminato un incontro con i genitori degli alunni di Sacida – e per consentire ai piccoli alunni di rientrare nella loro scuola prima delle vacanze di Natale. Insieme al Sindaco ed alla Dirigenza della scuola, preso atto che la sicurezza dei nostri bambini ha la priorità assoluta, abbiamo optato per la chiusura del plesso scolastico che, durante la pausa natalizia, sarà oggetto di un importante intervento sugli impianti”.   

1 COMMENTO

  1. Grazie al cielo questo guasto con conseguente fuga di gas, altrimenti i nostri bambini sarebbero ancora in una struttura che non effettuava manutenzione e collaudi all’impianto termico da anni!! Per il Comune la sicurezza dei bambini ha la priorità, ma vergognatevi, che se non fosse successo questo sareste andati avanti anni con una centrale termica obsoleta ed usurata. E pericolosa. Ma soprattutto sbrigatevi a riaprire questa scuola che per vostra negligenza quest’anno ha negato ai bambini la gioia e la soddisfazione di una recita natalizia. Per non parlare del ritardo nei programmi per i bambini della primaria. Vogliamo sentirvi parlare di priorità della salute e sicurezza dei bambini anche quando vorranno iniziare i lavori della biogas che dista da questa scuola 300 mt. Negando questo permesso avrete la possibilità di dimostrare che le vostre non sono, sempre, solo chiacchiere.