Home In evidenza Anzio, Sindaco fuori dai gangheri: “La senatrice Fattori? Dice solo falsità”

Anzio, Sindaco fuori dai gangheri: “La senatrice Fattori? Dice solo falsità”

2319
1

Ormai siamo al botta e riposta ad Anzio dove il sindaco Luciano Bruschini poco fa ha risposto alla senatrice del movimento 5Stelle Elena Fattori che nei giorni scorsi aveva chiesto al ministro degli Interni Angelino Alfano di rispondere in aula sulle interrogazioni parlamentari – almeno tre – che hanno riguardato la cittadina neroniana a seguito degli episodi di intimidazione che hanno visto coinvolti tre assessori della Giunta Bruschini. E lo fa senza usare mezzi termini e, perdendo le staffe, invita la senatrice “ad informarsi meglio ed evitare di eseguire i compiti assegnati da imbecilli locali”. Parole che, ovviamente, non sono andate affatto giù ai grillini.

“Se i 5 Stelle hanno intenzione di candidarsi, alla guida del Comune di Anzio, invocando lo scioglimento per mafia, con Cosa Nostra che si sta impadronendo del Litorale, non offendono soltanto un Sindaco Onesto, che in mezzo secolo di attività politica non ha mai ricevuto un avviso di garanzia e che è stato liberamente scelto dai cittadini, ma l’intera cittadinanza mortificata da simili interventi nel Parlamento Italiano. La signora Elena Fattori ha visto troppi film, dice cose false e si dovrebbe vergognare di associare amministratori comunali ad una vicenda tra privati. La signora conosce la storia di Anzio e la solidità delle nostre Istituzioni? Venga lei ad Anzio a verificare di persona, sarebbe un suo preciso dovere come parlamentare della Repubblica conoscere e documentarsi prima di offendere una Città con oltre 2500 anni di storia!”. Ma non è tutto, il primo cittadino esce letteralmente dai gangheri quando la Fattori parla di mafiosi che avrebbero messo le radici in questo territorio infiltrandosi nella cosa pubblica e negli appalti. “Signora Fattori, Anzio è a pochi km da Roma – conclude Bruschini – ed è l’unica città della provincia ad ottenere, da svariati anni, la certificazione ambientale della Bandiera Blu, esempio inconfutabile di buona gestione amministrativa. Auspico, invece, che la stessa attenzione che viene messa alla buona gestione di Anzio il suo movimento la rivolga sulla preoccupante attività amministrativa nella Capitale d’Italia e del Mondo, dove si fatica da mesi a formare una Giunta e dove si nominano collaboratori a flotte, con articolo 90, sperperando le risorse dei cittadini. Dopo una vita di duro lavoro – conclude il Sindaco Bruschini – e di serio impegno per la città dove sono nato, non accetto da lei lezioni di legalità: che vengano tutte le commissioni d’accesso del mondo, ad Anzio porte sempre aperte”. Infine un accenno anche all’episodio che ha visto coinvolto il vicesindaco, al quale hanno dato fuoco all’auto per ben due volte negli ultimi mesi. “Giorgio Zucchini è parte lesa, non è indagato e dovrebbe avere la vicinanza delle Istituzioni per la vicenda che ha vissuto insieme alla sua famiglia. Allo stesso tempo non ci sono rinvii a giudizio dell’assessore all’Ambiente. La Signora Fattori, prima di leggere i suoi interventi, dovrebbe informarsi presso le Istituzioni preposte ed evitare di eseguire i compiti che gli vengono assegnati da ‘imbecilli locali”.   

1 COMMENTO