Home In evidenza Isole ecologiche farsa. La Lo Fazio: “Dimettetevi e chiedete scusa per il...

Isole ecologiche farsa. La Lo Fazio: “Dimettetevi e chiedete scusa per il danno d’immagine arrecato ad Anzio”

2167
0

Isole ecologiche, queste sconosciute. Almeno nel funzionamento, ad Anzio. La vicenda del mancato avvio – previsto per il 22 agosto e a tutt’oggi solo sbandierato – approderà domani mattina al consiglio comunale, convocato per le 10,30 con un’interrogazione urgente firmata dal consigliere di opposizione Maria Teresa Lo Fazio (Pd). “Il tanto strombazzato servizio doveva entrare in funzione ad agosto – anticipa la consigliera – ma ancora non se ne vede traccia. Considerato che tale disservizio ha creato un’immagine altamente negativa della città a causa del proliferare di cumuli di rifiuti lasciati nei pressi delle isole stesse, da cittadini esterrefatti e increduli davanti al cartello dichiarativo dell’entrata in funzione dell’isola al 22 agosto, considerato anche che in un paese “normale” quantomeno l’assessore responsabile rassegni le proprie dimissioni per inefficienza e danno economico-turistico, si interroga il Sindaco e l’assessore Placidi per sapere quali sono i motivi ostativi alla corretta entrata in funzione dell’isole”. Ritardi che sembrerebbero legati, come anticipato su Il Granchio, al diniego del gestore del servizio elettrico verso il quale, clamorosamente, il Comune risulterebbe moroso e quindi impossibilitato a chiedere l’allaccio dei container per lo smaltimento dei rifiuti nel centro storico.

Sui banchi di opposizione, almeno quelli della Lo Fazio, non ci sarà però solo la richiesta di dimissioni; l’esponente del Pd si farà portavoce delle rimostranze dei cittadini e inviterà l’Amministrazione comunale a chiedere “attraverso un manifesto pubblico le scuse per il disservizio arrecato e l’immagine negativa procurata durante il trascorso periodo estivo”.