Home In evidenza Nettuno, anche Noi con Salvini chiede chiarezza sulla eleggibilità del sindaco Casto

Nettuno, anche Noi con Salvini chiede chiarezza sulla eleggibilità del sindaco Casto

1702
0

A neanche una settimana dal comunicato stampa firmato dai consiglieri comunali d’opposizione Carlo Eufemi, Maria Antonietta Caponi e Claudio Dell’Uomo, anche il gruppo Noi con Salvini interviene sulla presunta ineleggibilità del sindaco di Nettuno Angelo Casto, chiedendo che venga fatta chiarezza. “Nella fattispecie ci preme porre all’attenzione – si legge nella lettera inviata da Ernesto Cassandra, coordinatore di Noi con Salvini Nettuno, al Prefetto di Romache, l’eletto sindaco del Comune di Nettuno, è Vice Questore aggiunto e ricopre incarichi di grande prestigio presso il Commissario straordinario di governo per le persone scomparse, le cui funzioni di seguito elencate, nonché la competenza territoriale del suo ufficio estesa a tutta Italia, lo pone nelle condizioni di ineleggibilità previste dal DPR  28 Aprile 1982 n. 335 art. 53, nonché dalla nota di chiarimento emanata dal Capo della Polizia il 6 Aprile 1995 al protocollo N. 335/9801 G.D.8 quanto dall’art. 60, comma 1 e 2 del decreto legislativo 267/2000 […]Fermo restando ogni azione che sarà messa in campo negli ambiti giudiziari, peraltro tutti hanno firmato un atto di responsabilità ad elezione avvenuta, che non c’era nessuna causa ostativa in merito all’espletamento del loro mandato; vogliano le Autorità di riferimento, Prefetto e Ministro degli Interni, verificare ogni azione d’ufficio che richiede questa particolare vicenda del Comune di Nettuno”.