Home Cronaca Nettuno Auto, conti, villa faraonica, 109 unità immobiliari, terreni: il sequestro a Mancini

Auto, conti, villa faraonica, 109 unità immobiliari, terreni: il sequestro a Mancini

10743
0

Si è conclusa poche ore fa la conferenza stampa della Guardia di Finanza del comando provinciale di Roma e di quello di Nettuno, che ha reso noto il risultato del sequestro effettuato tra ieri e martedì sull’immenso patrimonio riconducibile al noto imprenditore Fernando Mancini. Oltre 11 milioni il valore dei beni immobili, mobili, conti e quote posti sotto sequestro,  in esecuzione di un decreto emesso dal presidente della sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Roma ai sensi della normativa antimafia. Nello specifico, hanno riferito durante la conferenza stampa il tenente colonnello Teodoro Gallone e il capitano Massimiliano Lalli  “è costituito da 3 autoveicoli, 19 conti bancari, quote di maggioranza di 12 società, un lussuoso stabilimento balneare, una rivendita di sigarette e ben 109 unità immobiliari, tra cui una stupenda villa di circa 400 metri quadrati con piscina, 38 appartamenti, 44 magazzini/garage, 8 capannoni industriali e 18 terreni”. In buona sostanza, quindi, il Presidente della sezione Misure preventive e la Gdf hanno ritenuto che il patrimonio a lui riconducibile risulti “non proporzionato allo stile di vita e alla dichiarazione dei redditi dell’imprenditore”. Il 10557_20160614_080426provvedimento segue di sette mesi l’operazione Domus Aurea, condotta sempre dai militari della Guardia di Finanza di Nettuno che portò il nome di Mancini, tra i componenti di un sodalizio criminoso costituito da 13 persone, dedito ad ingenti truffe ai danni di imprese. Tutti i dettagli dell’operazione saranno pubblicati sul Granchio in edicola sabato 18 giugno