Home In evidenza Biogas, sessantanove buoni motivi per dire no. Ricorso a vincere

Biogas, sessantanove buoni motivi per dire no. Ricorso a vincere

1636
0

E’ stato depositato venerdì scorso, mentre a Villa Sarsina si svolgeva il consiglio comunale, il ricorso presentato dall’avvocato Carlo Malinconico per conto del comune di Anzio contro la Regione Lazio e nei confronti di Anziobiowaste srl, dell’Arpa, di Città Metropolitana di Roma Capitale per l’annullamento, previa sospensione cautelare, della determinazione del 16 dicembre 2015 avente ad oggetto “aggiornamento dell’autorizzazione integrata ambientale rilasciata nel 2014” relativa alla centrale a biogas che dovrebbe sorgere in via della Spadellata, a Sacida. Dopo aver ripercorso le fasi dell’iter che hanno portato ad autorizzare l’impianto per lo smaltimento dei fanghi prima, e per fanghi e rifiuti organici rinvenienti da raccolta differenziata poi. Ben sessantanove le criticità evidenziate da Malinconico, alla faccia di un ricorso che poteva – o doveva – essere infondato. Tante le motivazioni messe nero su bianco per dire no alla realizzazione della centrale. Interessante notare come, a fronte e nonostante questi sessantanove punti critici evidenziati, dall’Amministrazione comunale nessuno abbia ancora comunicato la “soddisfazione” per il risultato – seppure ancora su carta – ottenuto. Qualcosa ancora sfugge. L’approfondimento su Il Granchio in uscita sabato