Home In evidenza San Valentino in piazza, Casapound raccoglie firme contro il Centro di accoglienza

San Valentino in piazza, Casapound raccoglie firme contro il Centro di accoglienza

2735
0

Nonostante la pioggia, alta l’affluenza dei cittadini che da stamattina stanno firmando la petizione popolare, indirizzata al Prefetto, al Sindaco e all’assessore ai Servizi sociali 

casapound1

Oltre cinquecento le firme raccolte finora a piazza Lavinia dagli attivisti di Casapound, sezione di Anzio e Nettuno che dalle prime ora di stamattina, come annunciato,  sono a Lavinio per dire “no” al nuovo Centro di accoglienza che la Prefettura di Roma sta autorizzando proprio nel quartiere anziate, a due passi dal mare e dalla piazza. Un’ottantina di migranti, per lo più provenienti dall’altro Cara di via dell’Armellino ritenuto non più idoneo, che dovrebbero essere collocati a giorni nell’hotel Villa Anna, dopo il sopralluogo della settimana passata. Un problema talmente sentito – che approfondiamo dando voce soprattutto ai commercianti su Il Granchio in edicola – che l’affluenza è stata veramente tanta; nemmeno le condizioni meteo avverse hanno fatto desistere i firmatari. Che stanno continuando ad arrivare.

Alla luce dell’attuale situazione di crisi economica che ha interessato la città di Anzio – si legge nel documento che i cittadini stanno andando a firmare – al pari di molte località del litorale sud di Roma, a vocazione quasi esclusivamente turistica, i sottoscritti chiedono che il territorio di Lavinio venga ritenuto non idoneo all’insediamento di un centro di accoglienza per migranti, con la certezza che siano ben altre le misure che verranno adottate per favorire la ripresa economico/sociale della zona”.