Home Cronaca Anzio Anzio, scuola media Falcone: crolla un vetro in una delle aule

Anzio, scuola media Falcone: crolla un vetro in una delle aule

1725
2
CONDIVIDI

Dopo il crollo del vetro, gli studenti sono stati prontamente spostati in un’altra aula. Le condizioni precarie degli infissi erano state molte volte segnalate dalla scuola e dai genitori al Comune.

Sono anni che studenti, genitori, insegnati e preside denunciano la situazione precaria degli infissi della scuola media Falcone di Anzio su via Ardeatina. Stamattina i timori che la situazione potesse diventare pericolosa si sono trasformati in realtà. Nel corso di una lezione, infatti, all’interno dell’aula della 2 C è crollato uno dei vetri. Gli studenti, dopo il grande spavento, sono stati prontamente spostati in un’altra sezione. “Il comune – racconta una delle mamme – è perfettamente a conoscenza della situazione precaria degli infissi dell’istituto, soprattutto quelli lato mare, più soggetti alle intemperie. Già l’anno scorso era stato fatto un sopralluogo da parte del sindaco Luciano Bruschini e dell’assessore Laura Nolfi, ma nessuna finestra era stata cambiata. La situazione è stata solo tamponata utilizzando del silicone, che molto probabilmente oggi ha ceduto del tutto.”

2 COMMENTI

  1. E certo deve purtroppo succedere che qualche nostro figlio si faccia male e poi forse il caro sindaco bruschini si muoverà per mettere la scuola a norma…. Vorrei sapere quale sono le priorità di questo comune ,che accoglie in strutture a norma di legge gli immigrati e invece lascia allo stato brado i luoghi dove si formano le nuove generazioni…. Vergogna al comune.. Vergogna alla regione.. Vergogna al governo

  2. E certo prima deve succedere qualcosa a nostri ragazzi e poi forse il sindaco bruschini deciderà di mettere la struttura a norma …. Vorrei sapere quali sono le priorità del comune di Anzio… Alloggiare in strutture alberghiere gli immigrati e lasciare allo stato brado le scuole dei nostri figli … Vergogna al comune di Anzio alla regione e a tutto il governo