I nomadi sono stati identificati e tenuti sotto controllo fino a quando non sono scesi alla stazione di Lavinio

Gazzarra di un gruppo di nomadi sul treno delle 21,36 di ieri sera da Roma Termini a Nettuno. Una quindicina di ragazzi di età compresa tra i 10 e i 25 anni ha infatti iniziato a dare fastidio ai passeggeri di uno degli scompartimenti di coda. E’ intervenuto il capotreno che non è riuscito a riportare l’ordine e, anzi, si è preso anche lo sputo di uno dei nomadi.

A quel punto l’uomo, attraverso il sistema audio del treno, ha chiesto se fossero presenti rappresentanti delle forze dell’ordine. La richiesta di aiuto è stata subito raccolta: in coda al vagone sono infatti intervenuti un ispettore, un agente di polizia e una guardia giurata. I nomadi sono stati identificati – avevano tutti il biglietto – e tenuti sotto controllo fino a quando non sono scesi alla stazione di Lavinio.