Home Politica Nettuno Nettuno, dure critiche del Pd locale contro i tre ex consiglieri espulsi...

Nettuno, dure critiche del Pd locale contro i tre ex consiglieri espulsi dal partito.

1703
0

In una nota sulla pagina Facebook il Pd di Nettuno interviene sulla decisione della Commissione Regionale di Garanzia del partito che ha respinto all’unanimità il ricorso contro l’espulsione presentato da tre dei quattro ex consiglieri comunali Pamela Polito, Nicola Burrini e Matteo Selva “responsabili – si legge nella nota – di aver agito in disprezzo delle regole e del confronto democratico”.

Nella nota il Pd locale si sofferma sulle analogiche tra la fine della legislatura a Nettuno e quella che, di recente, ha interrotto l’esperienza del sindaco di Roma Ignazio Marino.

“Purtroppo – scrive il Pd di Nettuno – si continua a offendere l’intelligenza e la verità con impropri accostamenti fra la vicenda romana e quanto avvenuto a Nettuno. A Roma è stato il Partito e l’intero gruppo consiliare del PD a sancire la conclusione del mandato di Ignazio Marino che, a dispetto di quanto concordato, cercava di allungare un inutile brodo ai danni della città.
A Nettuno una esigua minoranza del Partito e del gruppo consiliare del PD ha sfuggito sistematicamente ogni confronto, facendosi parte attiva con tutta l’opposizione per depositare il numero sufficiente di dimissioni”.
 “Da una parte, a Roma, un Sindaco che si rifiuta di accettare le scelte della sua maggioranza e che per questo viene sfiduciato; dall’altra, a Nettuno, una minoranza di consiglieri che, rifiutando anche l’ultima richiesta di confronto del Segretario Provinciale, decideva di unire le sue firme a tutta l’opposizione pur di imporre le proprie decisioni minoritarie al resto della maggioranza.
A Roma, per quanto dolorosa, è stata portata avanti una scelta di democrazia. 
A Nettuno – chiude la nota il Pd locale – chi fuori dal confronto democratico ha scelto di imporre il proprio personalismo è stato giustamente espulso dal Pd.
E chi è stato espulso non può oggi raccontare di aver preso le distanze: no, è stato proprio cacciato via!”.