Home Cronaca Lavinio, follia all’ingresso del ‘Virgilio’: non si ferma all’alt, si lancia in...

Lavinio, follia all’ingresso del ‘Virgilio’: non si ferma all’alt, si lancia in velocità e ferisce mamma e figlia. Poi scappa

9684
0
SHARE
Anzio V

Sono ancora sotto choc gli alunni, i genitori e i docenti del ‘Virgilio’ di Lavinio dove questa mattina, poco prima delle 8, si è sfiorata la tragedia: un’auto condotta da un uomo che stava accompagnando il figlio a scuola  ha prima tamponato a folle velocità e in retromarcia un’altra auto su cui viaggiava una mamma con una studentessa della scuola media di via Goldoni. E poi, sempre in velocità e nonostante perdesse per strada parti dell’auto appena incidentata, ha fatto lo slalom tra gli alunni che stavano entrando a scuola, rischiando di ferirli gravemente. L’uomo non si era precedentemente fermato al’alt intimato dal vigile incaricato di gestire la circolazione davanti alla scuola e per sfuggire al linciaggio degli altri genitori si è prima lanciato in retromarcia verso via di Valle Schioia, dove ha preso in pieno un’auto e poi dall’altra parte, verso il cavalcavia con a bordo l’altro figlioletto. Immediato l’allarme: l’uomo è stato rintracciato poco dopo dalla Polizia locale che lo ha fermato e sottoposto all’alcol e al drug test. “Con le sue manovre repentine ha messo a serio repentaglio l’incolumità di molte persone. Lo abbiamo trattenuto al comando – riferisce il comandante Sergio Ierace – siamo in attesa dei risultati dei test, poi procederemo con la formulazione delle accuse“. La mamma e la studentessa sono state trasferite al pronto soccorso di Anzio per le cure.

Intanto la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Anzio V di cui il ‘Virgilio’ fa parte, Grazia Di Ruocco, ha inviato una nota urgente al sindaco, all’assessore alla Pubblica Istruzione e alla Polizia locale con la quale chiede di porre in atto interventi concreti per tutelare la sicurezza dei bambini. “Per quanto di mia competenza – spiega la dirigente – ho disposto per una settimana l’apertura dei cancelli e l’accesso degli studenti nel piazzale sotto la sorveglianza del personale scolastico ed ho posticipato l’entrata degli alunni della primaria; ma è necessario concordare con l’Amministrazione comunale una soluzione urgente per scongiurare episodi come quello gravissimo di questa mattina che ha messo in serio pericolo i nostri ragazzi“. Tra le richieste, ci sono la chiusura del tratto di via Goldoni dove si trova la scuola e la presenza dei vigili a partire dalle 7.50.