Porto di Anzio, manifestazione di interesse presto in Gazzetta. Poi via ai...

Porto di Anzio, manifestazione di interesse presto in Gazzetta. Poi via ai lavori

947
0
SHARE
porto
Come sarà il porto di Anzio

In mezzo a mille polemiche, tra il botta e risposta con il comune di Nettuno e gli attacchi delle opposizioni sui ritardi nell’approvazione del bilancio, sembra essere ripartita l’attività amministrativa sui progetti che hanno rappresentano il leit motiv della campagna elettorale dell’Amministrazione Bruschini 3.0.

Ieri la notizia del parere positivo dell’Agenzia del Demanio per il trasferimento gratuito dell’area di 16.200 mq al confine con la pineta di via Roma per la realizzazione del famoso Central Park alle porte di Anzio. Oggi quella sulla manifestazione di interesse per la costruzione del nuovo Porto di Anzio che sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Poi, a pubblicazione avvenuta e di seguito alle risposte delle ditte interessate, si punterà a pubblicare il bando di gara per realizzare la Darsena nord turisticamente attrezzata. “Nei prossimi giorni sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale, sul sito della Capo d’Anzio e del Comune, l’avviso per la manifestazione di interesse per realizzare il nuovo porto di Anzio con il fine di ricevere, entro venti giorni dalla data di pubblicazione, tutte le informazioni per valutare proposte di realizzazione e cofinanziamento dell’opera – rende noto il sindaco Bruschini – Entro l’estate puntiamo a pubblicare il bando di gara per la realizzazione della Darsena nord del porto turistico di Anzio, con i primi 580 posti barca, tramite la trasformazione e l’ampliamento della darsena esistente sulla base del progetto esecutivo posto a base di gara”.

Il progetto esecutivo prevede la realizzazione della nuova diga di sottoflutto, la realizzazione del pontile a T, di cui il braccio nord prosegue ed amplia quello esistente a delimitazione del molo Pamphili, il cosiddetto “banchinamento”  del lato interno della diga di sottoflutto e del pontile a T, il dragaggio dei fondali, la predisposizione del sistema di ormeggi delle unità da diporto, la costruzione di tre nuovi edifici (lo Yatch Club e due locali per i servizi igienici portuali), la realizzazione della passeggiata lungo la banchina, la viabilità dedicata, i parcheggi, le opere a verde e soprattutto la realizzazione di 580 posti barca di classe diversa.  “Nonostante le difficoltà normative, tecniche, legali che si sono susseguite – tiene  a sottolineare il primo cittadino – stiamo lavorando con l’obiettivo di iniziare i lavori per la realizzazione del nuovo porto entro la fine dell’anno. Si tratta di un faticoso percorso, lungo vent’anni, sul quale insieme a  Candido De Angelis abbiamo puntato per lo sviluppo turistico e occupazionale del nostro territorio. Siamo vicini all’obiettivo e desidero ringraziare i CDA della Capo d’Anzio di ieri e quello di oggi che, gratuitamente, si sta adoperando per raggiungere l’obiettivo finale. Allo stesso tempo, nonostante le sentenze a noi favorevoli dei Tribunali, continuo a tendere la mano agli operatori portuali per salvaguardare il loro posto di lavoro. Per me una stretta di mano vale più di una sentenza, sta anche a loro comprendere la situazione ed adoperarsi per una soluzione condivisa”. Preso atto di questo nuovo step, si rimane in attesa della pubblicazione ufficiale in Gazzetta che prelude alla manifestazione di interesse delle ditte.

Nessun commento

Lascia un commento