Nettuno-Roma, pestato sul treno. E’ grave

Nettuno-Roma, pestato sul treno. E’ grave

8981
1
SHARE
treno
Un grave episodio si è verificato poco fa sulla Nettuno-Roma: un uomo è stato aggredito e malmenato. I colpi soprattutto alla testa. Al momento nulla si sa sulla sua identità tanto è lo stato di stordimento e di confusione. Indaga la Polfer

Era salito presumibilmente sul treno 12170 partito da Nettuno alle 11.07 il giovane, originario del Bangladesh, che poco fa è stato trasferito in ambulanza al pronto soccorso di Anzio con evidenti segni di pestaggio, dopo essere stato soccorso alla stazione di Lavinio.

Al momento ben poco si sa sulla dinamica dei fatti anche perché l’uomo – sprovvisto di documenti – non è stato in grado di fornire altre informazioni neppure ai sanitari che al momento lo hanno in cura. Anche perché non parla molto bene la lingua italiana.

In stato confusionale per via dei numerosi colpi ricevuti, soprattutto alla testa, l’immigrato non ha fornito neppure le sue generalità. Quello che al momento è stato possibile appurare da alcuni testimoni è che sarebbe stato malmenato, soprattutto con pugni e colpi alla testa, che lo avrebbero talmente tanto tramortito che è stato trovato riverso a terra. Quello che non si riesce a capire è se l’uomo sia sceso da solo dal treno o sia stato spinto fuori dagli stessi aggressori. All’arrivo dell’ambulanza, tutti i convogli in arrivo e in partenza sono stati bloccati con evidenti ripercussioni sul traffico ferroviario. Ad avvisare i viaggiatori sul gruppo facebook Linea Roma-Nettuno FL8 – Pendolari, anche gli utenti che in quel momento si trovavamo sul treno e che alle 12.30 hanno avvisato che “il treno è fermo a Lavinio da più di tre quarti d’ora, perché si è in attesa dei soccorsi per un uomo che è stato pestato“.

Sul caso sta indagando la Polfer.

Ⓒ RIPRODUZIONE RISERVATA

1 COMMENTO

Lascia un commento