Pestaggio in treno, la Polfer indaga sui motivi

Pestaggio in treno, la Polfer indaga sui motivi

2495
1
SHARE
pestaggio sul treno

E’ riuscito a raccontare – in un italiano poco chiaro – qualche dettaglio sul suo pestaggio avvenuto questa mattina sulla linea ferroviaria Nettuno-Roma, l’uomo originario del Bangladesh che è stato aggredito (Leggi la notizia) con pugni, calci e colpi in testa da un gruppo di persone – due, forse tre come racconta qualcuno – delle quali nulla di più è stato possibile sapere.

Il bengalese, che ha riportato diverse fratture al setto nasale e al volto, si trova ancora ricoverato al pronto soccorso del Riuniti di Anzio, ma dovrà ora essere trasferito per un intervento di maxillo-facciale urgente al San Camillo di Roma. Sull’episodio, gravissimo, sta indagando la Polizia ferroviaria che questa mattina si è recata nel nosocomio anziate per cercare di ricostruire la dinamica dei fatti e capire se alla base dell’aggressione ci sia un tentativo di rapina oppure motivazioni diverse. Secondo alcuni testimoni, l’uomo era partito questa mattina da Nettuno – dove lavora – con il treno delle 11.07 per tornare a casa sua, a Roma, nel quartiere Prenestino. Tra Nettuno e Villa Claudia il bengalese è stato colpito – violentemente – più volte. E’ poi sceso alla stazione di Lavinio dove è stato dato l’allarme e dove lo ha prelevato l’ambulanza del 118 in condizioni di evidente choc.

Agli operatori sanitari la vittima dell’aggressione avrebbe raccontato di non sapere chi fossero gli autori.

Ⓒ RIPRODUZIONE RISERVATA

1 COMMENTO

Lascia un commento