Appalto mensa e pressioni politiche, la responsabile dell’Anticorruzione denuncia

Appalto mensa e pressioni politiche, la responsabile dell’Anticorruzione denuncia

1779
0
SHARE
anticorruzione
Ingerenze e strane prese di posizione della politica in alcuni appalti e la responsabile dell’Anticorruzione va dai Carabinieri e denuncia

Pressioni politiche, episodi strani, animi incandescenti e un clima che preoccupa, ad Anzio. Tanto che la segretaria comunale e responsabile dell’Anticorruzione Marina Inches ha deciso di segnalare tutto ai Carabinieri. Un colloquio sul quale c’è ovviamente il massimo riserbo e che prende le mosse dagli ultimi episodi accaduti a Villa Sarsina nell’ambito dell’aggiudicazione del servizio di refezione scolastica – destinato a 3000 bambini – sulla quale ci sono troppe ingerenze. Ma anche su altri appalti e chissà su cos’altro.

Seriamente preoccupata per quanto notato nell’ambito dello svolgimento delle sue funzioni, la Inches non ci ha pensato due volte a raccontare di alcune forti prese di posizione della politica locale e di qualche altro personaggio. Intanto le famiglie si chiedono se i bambini lunedì 21 marzo mangeranno a scuola (Leggi qui). Domani scade, infatti, la proroga della proroga alla gara-ponte affidata all’Ati All Foods/Camst.

L’approfondimento sul Granchio di questa settimana.

Nessun commento

Lascia un commento