Home Cronaca Anziana muore in ospedale, dal dito le “sparisce” la fede

Anziana muore in ospedale, dal dito le “sparisce” la fede

23
0

La morte di un parente stretto non è mai una bella cosa da dover affrontare; se poi a questo ci si aggiungono altre disavventure e la mancanza di rispetto da parte di chi dovrebbe avere cura della salma è anche peggio.

È la storia raccontata da una signora di Anzio, a cui nella seconda metà di dicembre è purtroppo venuta a mancare una zia, presso l’ospedale Riuniti. Una volta recatasi presso la camera mortuaria la donna ha dovuto constatare che la zia non aveva più al dito la fede nuziale. “Soltanto il giorno prima del decesso le avevo fatto visita e avevo visto che come sempre portava la fede al dito – racconta la donna – ma quando poi il personale delle onoranze funebri l’ha sistemata per l’esposizione non ce l’aveva più. Sono sicura che non possa essere stata consegnata a qualche altro parente, perché sono venuti tutti da fuori solo per il funerale e io sono sempre stata l’unica presente”.

La signora ha quindi sporto regolare denuncia presso il commissariato di polizia di Anzio, ovviamente contro ignoti, non avendo sospetti specifici. “L’ultima volta che le ho fatto visita l’anello era ancora al suo dito, poi purtroppo quando sono andata alla camera mortuaria non c’era più – racconta la donna – evidentemente qualcosa deve essere successo nel passaggio tra i due reparti dell’ospedale. Stiamo parlando di una semplice fede in oro vecchia di 65 anni, che non avrà chissà quale valore, sicuramente più basso di quello affettivo che provavo io. Si tratta di un gesto veramente vile e triste per guadagnare pochi euro – conclude la nipote – soldi che spero vivamente possano spendere in farmacia”.