Home In evidenza Stefano Esposito di Anzio e Zac Taylor vincono il Wild Card al...

Stefano Esposito di Anzio e Zac Taylor vincono il Wild Card al Surfercross

155
0

Il nome di Anzio è portato in alto anche negli Stati Uniti d’America, una terra dove si realizzano i sogni e dove i ragazzi prima di andare a scuola si incontrano in spiaggia per fare surf, grazie al campione Stefano Esposito che, anche quest’anno, ha partecipato alla nuova edizione della competizione “Surfercross“, classificandosi al 16esimo posto insieme al partner Zac Taylor e portando a casa il premio “Wild Card“.

Proprio recentemente, infatti, si è concluso nel deserto della California l’evento che combina il surf e la motocross. All’iniziativa partecipano, solo su invito, atleti provenienti da tutti gli Stati Uniti. Non è una tradizionale gara di motocross: ogni pilota, infatti, non corre per la propria gloria, ma a ognuno viene assegnato un compagno di squadra. Piloti professionisti e surfisti professionisti si uniscono per formare una coppia che gareggia insieme durante i due giorni dell’evento. All’inizio ogni partecipante pesca un numero che gli assegnerà poi un determinato compagno di squadra. Dopodiché iniziano le gare vere e proprie. Primo giorno, gara a squadre di motocross, secondo giorno gara di surf a squadre.

Quest’anno, dal cappello, Stefano ha pescato il professionista di motocross Zac Taylor, con il quale si è classificato 12esimo alla gara su due ruote e 16esimo, invece, nella classifica generale. Un brutto colpo, invece, è stato dato dalle onde, dato che il duo non è riuscito ad arrivare alla semifinale della gara di surf, nonostante siano riusciti a superare la batteria. Ma ciò, comunque, ha permesso loro di portare a casa il grande premio “Wild Card“, rendendoli molto orgogliosi del risultato. “Lo spirito del surfercross consiste nell’uscire e divertirsi, certamente tutti vogliono vincere e il livello è mostruosamente elevato sia nel surf che nella moto – ha dichiarato Esposito al nostro giornale dall’America – Ogni anno provo a migliorare il mio livello e, quest’anno, sono riuscito a ottenere il miglior risultato, arrivando al 16esimo posto su ben 33 team di professionisti“.

Un grande orgoglio, questo, per la città di Anzio, che già da tempo tiene a cuore i traguardi di Stefano. Arrivato da giovanissimo a San Clemente, in California, l’anziate è arrivato con la tavola da surf secondo nel 2019 agli “Usa Champions” e, oltre ad allenarsi sulla moto nel suo “Ironwater” ranch in California, pratica anche jujitsu.

Di seguito, potete trovare il video della gara: