Home Cronaca Anzio, Giornata mondiale della donazione del sangue all’ospedale Villa Albani

Anzio, Giornata mondiale della donazione del sangue all’ospedale Villa Albani

132
0

Ieri mattina nella cornice di Villa Albani, in occasione della Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, che ricorre il 14 giugno, giorno di nascita del biologo austriaco Karl Landsteiner a cui si deve la scoperta dei gruppi sanguigni e del Fattore Rh (Rehsus), si è tenuto un Open Day di formazione e informazione sulla donazione e contestualmente una raccolta sangue straordinaria, con l’autoemoteca dell’Avis Provinciale di Roma. La giornata è stata organizzata dall’ASL Roma6 in collaborazione con l’AVIS Comunale di Anzio-Nettuno; attiva è stata la partecipazione degli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica e dei volontari dell’AVIS, presenti presso i punti di accesso alla struttura con gazebi per distribuire il materiale informativo. La giornata si è conclusa con una tavola rotonda, dove sono intervenuti i vertici della ASL Roma 6 e dell’AVIS nelle diverse articolazioni regionale, provinciale, locale. Gli interventi tenuti hanno tutti voluto sottolineare come “il fare rete” rende possibile raggiungere importanti obiettivi, a comprova del numero di donazioni di sangue della giornata.

Sulle aspettative della ASL Roma6 rispetto al tavolo sulla giornata mondiale del donatore di sangue è intervenuto il commissario straordinario dell’azienda Francesco Marchitelli.
Le aspettative e gli obbiettivi sono sempre gli stessi – ha detto -: prendersi cura delle persone e quindi migliorare la qualità della nostra vita. È di fondamentale importanza conoscere da vicino come è composta e che cosa è “la filiera” del sangue. Il percorso dal donatore al ricevente va intrapreso insieme, più volte, con condivisione tra i soggetti coinvolti. Soltanto partecipando e promuovendo giornate come questa di sensibilizzazione e riflessione e dove si organizzano fattivamente sul territorio momenti di donazione del sangue in sicurezza – ha aggiunto il dottor Marchitelli – possiamo far crescere la “filiera” e partecipare con maggiore consapevolezza al raggiungimento di un benessere individuale e collettivo sempre orientato alla costruzione di una comunità delle buone pratiche e della reciproca assistenza”.

Il Dott. Francesco Marchitelli in conclusione ha ricordato ai numerosi giovani studenti presenti l’importanza nel diffondere attraverso la comunicazione, nei suoi diversi aspetti, la cultura della donazione, sia come cittadini che come futuri professionisti della salute.

La tavola rotonda è stata moderata dal Presidente Avis Comunale di Anzio-Nettuno Dott.ssa Giorgia Velletri e dal Direttore del Corso di laurea in Infermieristica Dott.ssa Letizia Mallia. Sono intervenuti, oltre al Commissario Straordinario ASL Roma 6 Francesco Marchitelli, il Direttore Sanitario ASL Roma 6 Roberto Corsi, il Direttore FF Distretto6.6 Biagio D’Alessandro, il Direttore FF UOC SIMT ASL Roma 6 Doloretta Cara, il Presidente Avis Comunale di Anzio-Nettuno Giorgia Velletri, il Presidente Avis Regionale del Lazio Donatella Selis, la Responsabile Area Scuola e Formazione Avis Comunale di Anzio-Nettuno Maria Vittoria Caranzetti, il presidente Avis Provinciale di Roma Eugenio Fratturato, il Vice Presidente Avis Provinciale di Roma Responsabile alla Formazione Luciano Rutigliano.