Home Cronaca Nettuno, il sindaco Coppola apre a Fratelli d’Italia, ma scontenta la maggioranza

Nettuno, il sindaco Coppola apre a Fratelli d’Italia, ma scontenta la maggioranza

525
0

A poco più di 24 ore dai consigli comunali di domani che, probabilmente, segneranno il punto di svolta della legislatura, a Nettuno il sindaco Alessandro Coppola è alle prese con una crisi sempre più pesante e con un dilemma. Dopo tre incontri con il coordinatore di Fratelli d’Italia Stefano Bertollini, il sindaco ha infatti accettato la richiesta del partito della Meloni di azzerare la Giunta comunale e ripartire con un esecutivo formato da soli tecnici. Una linea che però scontenta quello che resta della maggioranza; e proprio nel primo consiglio comunale di ieri andato deserto, quello nel quale si doveva votare il bilancio consuntivo 2021, il capogruppo di Forza Italia Ivano Di Pietro è stato drastico quando, prima di abbandonare i lavori insieme agli altri sette consiglieri di maggioranza rimasti, ha detto chiaramente che la crisi andava risolta all’interno della maggioranza. Non è poi passato inosservato il fatto che ai lavori del consiglio non sia intervenuto Massimiliano Rognoni che ha come punto di riferimento l’assessore e vicesindaco Claudio Dell’Uomo, uno di quelli che dovrebbe essere azzerato. Assente anche l’unica consigliera della Lega Lorenza Alessandrini a quanto pare ugualmente contraria all’azzeramento. Tra l’altro, è stato clamoroso anche il fatto che ieri nessuno degli assessori era presente nella sala consiliare. Diserzione totale che sta impedendo al sindaco addirittura di convocare l’esecutivo per deliberare.

Questo è il drammatico quadro politico che si trova a dover affrontare il sindaco Coppola alle prese anche con un dilemma: per lui è una coperta troppo corta, se la tira da una parte, ossia dà ragione a Fratelli d’Italia, perde il sostegno di quello che resta della maggioranza; se tira la coperta da un’altra parte perde definitivamente Fratelli d’Italia. In tutti e due i casi la crisi arriverebbe al capolinea. Pensare oggi di ricompattare la maggioranza anche con Fratelli d’Italia sembra infatti pura utopia.

Dobbiamo raccontare questo perché è cronaca, anche se sono schermaglie politiche stucchevoli. Stucchevoli e sconcertanti davanti a una Nettuno ferma e senza prospettive, alle prese con una classe politica totalmente inadeguata.