Home Cronaca Anzio, nel porto un nuovo campo boe per l’attracco di 200 natanti...

Anzio, nel porto un nuovo campo boe per l’attracco di 200 natanti da diporto

387
0

Duecento posti barca in più al porto di Anzio. Sono iniziati i lavori per la realizzazione del nuovo campo boe. Si tratta di un intervento quantomai necessario dopo la chiusura per inagibilità di due pontili legno nella zona del moletto Pamphili.

A poche settimane dall’inizio dell’estate, con una richiesta di attracchi che aumenta giorno dopo giorno, è stato necessario procedere a questi lavori proprio per il rilancio turistico del diportismo nautico.
I lavori di realizzazione del nuovo campo boe disposto in sette file, destinato all’attracco delle unità da diporto nautico, consentiranno di aumentare l’offerta di posti di ormeggio al porto di Anzio.

“Pensati come infrastrutture di collegamento tra mare e costa – spiegano dalla Capo d’Anzio -, gli ormeggi in boa attrezzati con gavitelli ancorati al fondale, disposti in file ordinate e segnalati per la sicurezza della navigazione, contribuiranno, così, ad aumentare la ricettività portuale e turistica di Anzio, che si prepara a vivere una stagione estiva al top”.

“Le richieste e le prenotazioni che stanno arrivando in queste settimane – spiega il Sindaco, Candido De Angelis -, fanno presagire che anche questa stagione estiva sarà estremamente proficua, con una positiva ricaduta economica sul nostro territorio. Il Porto è uno dei simboli della ripartenza turistica, insieme a tutta una serie di atti amministrativi che abbiamo adottato, al mare pulito ed ai dati eccellenti delle acque marine, alle spiagge ed alla ripresa del mercato immobiliare, che vede la nostra città tra le mete più ambite. L’inizio dei lavori per la sistemazione del campo boe, insieme all’evidente cambio di passo della Società Capo d’Anzio, nella direzione di un positivo rilancio dell’attività portuale e del suo indotto”.

“Siamo riusciti – spiega l’amministratore delegato della società Gianluca Ievolellaad avviare questa importante opera destinata agli ormeggi in boa, con non poche difficoltà e grazie soprattutto all’impegno fattivo del personale della Società che si è messo a totale disposizione, garantendo l’aiuto necessario anche al di fuori degli orari di lavoro nell’esclusivo interesse pubblico. Lo stesso interesse che in questi mesi ha guidato la nostra attività, finalizzata all’adozione degli atti propedeutici alla realizzazione del nuovo Porto”.
Il nuovo campo boa è ovviamente un palliativo in attesa, chissà quando, del nuovo porto.