Home Cronaca Nettuno, cinque consiglieri di minoranza sollecitano la commissione d’accesso

Nettuno, cinque consiglieri di minoranza sollecitano la commissione d’accesso

315
0

In una nota i consiglieri comunali di opposizione Roberto Alicandri, Mauro Rizzo, Luigi Carandente, Enrica Vaccari e Marco Federici sollecitano l’invio di una commissione di accesso al Comune di Nettuno in seguito all’operazione della direzione distrettuale antimafia che ha portato l’arresto di 65 e persone e all’accertamento di contatti di alcuni indagati con strutture dell’amministrazione comunale nettunese.
“Abbiamo atteso qualche ora prima di uscire con un comunicato perché quanto sta accadendo si arricchisce di minuto in minuto di particolari sempre più preoccupanti – scrivono –. Quanto scritto dal gip di Roma, Livio Sabatini, pare evidenziare “la contiguità di alcuni dei principali indagati, arrestati per associazione mafiosa, con esponenti politici della nostra città”. Appare quindi sempre più evidente la necessità che una commissione d’accesso faccia luce su queste “contiguità”. Non fosse altro per fugare ogni dubbio sul consiglio comunale e su coloro, che da eletti, devono tassativamente fare solo gli interessi della collettività. Abbiamo ovviamente piena fiducia nella magistratura ma nel frattempo che la giustizia faccia il proprio corso non possiamo permettere che nessuna ombra resti sulla amministrazione della nostra città. La commissione d’accesso ora è l’unica luce che serve oggi visto il turbamento e lo sconcerto che si sta giustamente palesando tra i nostri concittadini”