Home Cronaca Nettuno, si sblocca la vicenda della Padiglione-Acciarella chiusa da due anni: approvato...

Nettuno, si sblocca la vicenda della Padiglione-Acciarella chiusa da due anni: approvato il progetto esecutivo, i lavori a breve

812
0

Si sblocca la situazione relativa all’abbandono della strada provinciale 23/b Padiglione-Acciarella chiusa al traffico dal settembre del 2019 da Città metropolitana per motivi di sicurezza legati al rifacimento del manto stradale dissestato a causa delle radici dei pini. Dopo due anni e tre mesi il Dipartimento Mobilità e Viabilità di Città metropolitana ha finalmente approvato il progetto esecutivo per i lavori di rifacimento di un tratto della strada. Si tratta di 2,5 chilometri che ricadono sul territorio del comune di Nettuno. E’ una grande novità considerato che in tutto questo tempo la strada non solo è rimasta chiusa al traffico, ma è stata abbandonata, trasformandosi in una discarica di rifiuti ingombranti. E nel tempo non sono servite le richieste di intervento del comune di Nettuno e la mobilitazione dei residenti della zona per sbloccare la situazione.

Città metropolitana ha dunque approvato il progetto esecutivo, propedeutico all’affidamento dei lavori, per un costo di 580 mila euro. Inserito nel piano triennale delle opere pubbliche 2021-2023, l’intervento prevede la manutenzione straordinaria e messa in sicurezza del manto stradale sconnesso, la potatura e abbattimento di alberature, la bonifica ambientale, il ripristino dei canali di raccolta delle acque bianche. Per l’affidamento dei lavori Città metropolitana ricorrerà alla procedura negoziata, senza ricorso ad un bando pubblico, che prevede la consultazione di almeno cinque operatori economici individuati in base ad indagini di mercato: una procedura più snella riferita a lavori di importo pari o superiore a 150 mila euro e inferiore a un milione di euro. Come il caso della Provinciale 23/b.