Home Cronaca Emergenza rifiuti: si scarica a Frosinone

Emergenza rifiuti: si scarica a Frosinone

234
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Alla fine la soluzione, anche se temporanea, è arrivata. I comuni di Nettuno ed Anzio scaricheranno i rifiuti indifferenziati presso il sito della società Saf a Frosinone. È uno dei tre siti che la regione Lazio aveva indicato ai tanti comuni rimasti scoperti dopo la chiusura temporanea per 20 giorni, fino al 6 agosto prossimo, del sito della Rida Ambiente ad Aprilia per lavori di manutenzione dell’impianto. Tanto che le ultime quarantott’ore sono state segnate dalla presenza di quintali di rifiuti indifferenziati abbandonati nelle strade e nelle piazze. Questo nonostante le amministrazioni comunali avessero chiesto cittadini di tenere l’indifferenziata in casa fino al superamento dell’emergenza.
Il trasferimento dei rifiuti presso l’impianto di Frosinone tampona l’emergenza, ma non la supera del tutto. “Considerato che in questo sito conferiscono altri comuni che sono in emergenza come noi – spiegano in proposito dal Comune di Anzio – è chiaro che c’è rischio che possa possa andare in esaurimento nei prossimi giorni. Per quanto ci riguarda a fronte di un consumo di una produzione di 350 tonnellate di indifferenziata a settimana, presso Frosinone abbiamo l’autorizzazione a scaricarne 20 al giorno, ossia 140 tonnellate a settimana che sono poco meno di un terzo di quello che produce la città. E questo potrebbe essere un problema“.
Soddisfazione a Nettuno dove già questa mattina gli operai della ditta che cura il servizio di raccolta dei rifiuti hanno cominciato a rimuovere i sacchi dell’indifferenziata. “È stata una soluzione provvidenziale quella di poter conferire l’indifferenziata alla Saf – spiega l’assessore all’ambiente Claudio Dell’Uomocerto è che il problema resta; per questo occorre fare la massima attenzione a differenziare bene i rifiuti per ridurre al minimo la produzione dell’indifferenziata. In questa fase critica voglio ringraziare i consiglieri comunali di opposizione del Partito democratico che, superando le differenze ideologiche, hanno dato il loro concreto contributo per trovare una soluzione all’emergenza“.