Home Cronaca Nettuno, aperta la discesa alla spiaggia al civico 91 di via Gramsci

Nettuno, aperta la discesa alla spiaggia al civico 91 di via Gramsci

20
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Come annunciato dal Comune, la discesa a mare al numero civico 91 di via Gramsci a Nettuno è stata regolarmente aperta questa mattina alle 8. I primi ad entrare sono stati un signore e suo figlio adolescente. “Ce l’abbiamo fatta”, ha esclamato contento il ragazzo nei confronti del padre. E si sono avviati lungo la scalinata che porta alla spiaggia del litorale di Ponente a Nettuno. Dopo cinque anni riapre finalmente almeno un passaggio a mare compreso tra il Belvedere e la zona dei Marinaretti in seguito alla chiusura della discesa che si trovava davanti alla Divina Provvidenza e che nel 2009 era stata acquistata da un privato che l’aveva soffiata al Comune.

La nuova discesa si trova a circa 20 metri dall’incrocio con via Benedetto Menni, quindi a pochissima distanza dalla discesa che è stata operativa fino ad alcuni anni fa grazie alla disponibilità della Santa Sede; questo prima che passasse ai nuovi proprietari che per tre anni l’hanno tenuta aperta, per poi chiuderla definitivamente al passaggio pubblico. Nei giorni scorsi gli operai del Comune hanno eseguito i lavori di messa in sicurezza. Il primo tratto di scale è stato messo in sicurezza delle strisce antiscivolo. Lungo la scalinata che porta alla spiaggia è stato realizzato un corrimano e sono stati sistemati dei gradini, che restano comunque alti e occorre fare attenzione soprattutto quando si scende.

La discesa a mare resterà aperta tutti i giorni dalle 8 alle 19,30 fino alla fine di agosto. Per questo passaggio il Comune di Nettuno verserà 5100 euro di indennizzo ai proprietari della palazzina dei civici 91, 93, 95 sul quale ricade la discesa alla scalinata che porta alla spiaggia. Resta comunque un fatto positivo che, finalmente, oltre alla discesa del Belvedere, i cittadini possono avere un altro agevole accesso alla spiaggia di Ponente. Una soluzione trovata dal Comune anche in seguito ad un esposto in Procura presentato da 850 cittadini contro il sindaco Coppola.