Home Cronaca Anzio, appena 500 euro per Tor Cadara: il Sindaco restituisce il contributo...

Anzio, appena 500 euro per Tor Cadara: il Sindaco restituisce il contributo alla Regione

357
0

La Regione Lazio stanzia 420 mila euro complessivi destinati alle aree protette regionali per l’organizzazione di attività estive, ed incredibilmente eroga appena 500 euro per i 40 ettari della Riserva naturale di Tor Caldara, tanto da spingere il Sindaco Candido De Angelis a restituire restituire il contributo. Nello schema di ripartizione dei contributi Anzio, che gestisce la riserva, risulta l’ultimo comune con un contributo di appena tre cifre, 500 euro. Escludendo l’area protetta dell’Appia Antica che ha ottenuto il massimo di 43 mila euro, si va dai 40 mila a favore dell’area profeta dei Monti Ausoni e lago di Fondi, ai 1.100 euro destinati ai Monti Lucretili. Al 32º e ultimo posto troviamo la Riserva di Tor Caldara con il misero, va detto, contributo di 500 euro. E pensare che solo il mese scorso, a causa di un bilancio povero, per sistemare la staccionata della riserva i volontari di Legambiente avevano raccolto 6000 euro per realizzare i lavori.
Più che un contributo, è sembrato un affronto al Comune di Anzio che gestisce la riserva. Tanto vero che il sindaco De Angelis ha deciso di restituire il contributo regionale. “Ringraziamo la Regione Lazio – scrive in una ironica nota il sindaco De Angelis – il Presidente Zingaretti, l’Assessorato alle politiche ambientali ed il Consiglio Regionale tutto, per la grande attenzione verso i cittadini di Anzio, ma rispediamo al mittente i 500 euro di finanziamento per la programmazione delle attività 2021, nell’area protetta della Riserva Naturale di Tor Caldara, destinate alle famiglie ed ai bambini. Anzi, se la Regione è così in grande difficoltà, siamo pronti noi, come Comune, ad inviare risorse per finanziare attività e servizi in favore delle famiglie del Lazio“.