Home Cronaca Anzio, la riproduzione della statua di Sant’Antonio: Lina Giannino, “un insulto alla...

Anzio, la riproduzione della statua di Sant’Antonio: Lina Giannino, “un insulto alla nostra storia religiosa”

347
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

10.386 euro Iva compresa. E’ il costo del pupazzo di plastica e led che raffigura la statua di Sant’Antonio da Padova patrono di Anzio. È la cifra impegnata dall’amministrazione comunale per commissionare la realizzazione della riproduzione a una società specializzata della provincia di Perugia. Un’istallazione che ha lasciato perplessi tanti fedeli e sollevato critiche.
Un orribile spettacolo di come la politica del “Rosario” e della “Madonna” portato avanti dalla Lega di Matteo Salvini sia giunto anche da noi”, scrive in una nota Lina Giannino capogruppo del partito democratico. “Uno spettacolo indegno – continua – anche per la più squallida e sottosviluppata cittadina del Sud che piega la religione alla malavita con il rito dell’Inchino. Un insulto alla nostra storia religiosa, alla nostra sensibilita’ e al rispetto del Santo stesso. La Chiesa annuisce, piega il capo e di sottomette a questa spettacolarizzazione della Fede. La politica può tutto, può denigrare anche il sacro pur di fare “audience”. Bene vorremmo però ricordare ai cittadini di Anzio che quel pupazzo denominato affettuosamente dai cittadini “Bat Antonio” non ci è stato regalato. Assolutamente no. Infatti si legge nella determina N 271 Dell 11.06.2021 che per ” la realizzazione, istallazione, assistenza tecnica e montaggio di una statua in 3D raffigurante SANT Antonio da Padova” sono stati spesi 10.368.78 euro. Iva al 22% inclusa. Non abbiamo termini per commentare tutto questo. Non esistono termini per descrivere questa amministrazione che ieri sedeva tronfia ai primi posti della funzione religiosa avvenuta in piazza, mentre anziani assistevano in pedi alla benedizione del Santo. Anche questo si dimenticherà – conclude Giannino – e torneremo a chiedere servizi importanti per questo paese, ma ci verrà risposto “abbiamo affrontato il problema Covid e sfamato centinaia di famiglie, siamo pieni di cantieri aperti e abbiamo il sold aut”.