Home Cronaca Nettuno, incrocio Santa Barbara, critiche dell’opposizione: “tante chiacchiere, pochi fatti”.

Nettuno, incrocio Santa Barbara, critiche dell’opposizione: “tante chiacchiere, pochi fatti”.

101
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Dopo la notizia che sarà il Comune di Anzio a riparare il semaforo all’incrocio via Santa Barbara a Nettuno guasto da un mese, intervengono i consiglieri comunali di opposizione Roberto Alicandri, Marco Federici e Antonio Taurelli che criticano ed ironizzano sul comportamento dell’amministrazione comunale che non è stata in grado in un mese a risolvere il problema.
Fino a pochi giorni fa —scrivono in una nota – l’incrocio di via Santa Barbara sembrava un simposio di scienziati ed esperti. C’erano gli assessori che discutevano in mezzo alla strada, probabilmente sulla quadratura del cerchio, sotto gli occhi attenti di dirigenti e funzionari dei comuni di Anzio e Nettuno. D’altronde come è noto fare una rotatoria è una delle cose più difficili per l’uomo, compresa nella scala delle difficoltà solo tra la fusione nucleare a freddo e l’organizzazione del primo viaggio dell’uomo su Marte. E per l’appunto non ci sono riusciti. Da parte nostra – continua la nota – come consiglieri di Nettuno, regaleremo all’assessore della Lega Zomparelli, un compasso per cimentarsi con le figure geometriche circolari, non si sa mai possa essere un buon viatico per il futuro. Comunque, umorismo a parte, non si può pensare di lasciare un semaforo così importante spento per così tanto tempo in un incrocio così pericoloso e così strategico per la vicinanza dell’ospedale. Insomma una storia che per come la si vede è una grande vergogna dall’inizio alla fine e che nonostante il ripristino comunque tardivo della segnaletica orizzontale vede il semaforo spento soffiare la candelina sulla torta del primo mesiversario ed a parte i soliti proclami non si vede soluzione. Forse – concludono Federici, Alicandri e Taurelli – servirà un consigliere comunale con speciale delega ai semafori? A Nettuno tutto può essere…”.