Home In evidenza Nettuno, Lorenza Alessandrini: “Grazie per questo importante incarico”

Nettuno, Lorenza Alessandrini: “Grazie per questo importante incarico”

119
0
CONDIVIDI

Dopo il posto in Giunta con Luca Zomparelli, la Lega di Nettuno, ormai rappresentata in consiglio comunale dalla sola Lorenza Alessandrini, incassa un altro importante incarico. La stessa Alessandrini ha infatti ricevuto, dal sindaco Alessandro Coppola, la delega a progetto in ambito urbanistico sui temi “Assetto del territorio e Rigenerazione urbana“. Un campo abbastanza vasto, che potrebbe anche far nascere qualche invidia da parte di qualche gruppo rappresentato in consiglio tanto quanto la Lega, se non di più, e che in questo giro di deleghe ha ricevuto senz’altro di meno.

Lorenza Alessandrini, da parte sua, ha ringraziato per l’incarico il primo cittadino, il partito, i suoi coordinatori e attivisti e i colleghi della maggioranza. “Provo un grande senso di responsabilità per un tema così importante e delicato – ha commentato, prima di spiegare gli ambiti in cui sarà impegnata – l’urbanistica non va considerata come la cementificazione di una città come tanti pensano o vogliono far pensare. L’assetto del territorio ha lo scopo di dare un senso e regolare l’utilizzo del territorio cittadino anche in base all’aumento demografico; organizza e disciplina le attività umane svolte tenendo conto degli aspetti geologici, ingegneristici, architettonici e produttivi, organizzando tutto in modo compatibile, per dar vita a uno sviluppo produttivo, economicamente sostenibile, e sicuro”.

Con Rigenerazione urbana invece – continua analizzando la seconda parte del suo ambito – si intende un programma di riqualificazione del territorio come rimedio al degrado urbano.
Adesso bisogna mettersi subito al lavoro, che so già sarà molto difficile, visto anche il momento che stiamo vivendo, e soprattutto le ristrettezze economiche dell’Ente, ma la volontà è quella di ridare un po’ di colore rinnovamento urbano eco sostenibile, in questa città dove l’urbanistica è ferma ormai da troppo tempo“.