Home Cronaca Anzio, abbattimento platani a Falasche e ripiantumazione: il Movimento 5 stelle interroga...

Anzio, abbattimento platani a Falasche e ripiantumazione: il Movimento 5 stelle interroga il sindaco De Angelis

214
0

Sull’abbattimento dei platani lungo il marciapiede del quartiere Falasche interessato da lavori di riqualificazione, interviene il Movimento 5 Stelle che chiede alla sindaco Candido De Angelis, attraverso un’interrogazione, di considerare l’ipotesi della ripiantumazione di altri alberi in sostituzione di quelli che saranno abbattuti.
Ho interrogato il Sindaco – scrive la capogruppo del Movimento 5 Stelle Rita Pollastrinicirca il prossimo abbattimento di venti platani sul marciapiede in località Falasche che sta per essere riqualificato. Si tratta di alberi di alto fusto, alcuni sicuramente da abbattere per motivi di sicurezza e di accessibilità pedonale, ma da verifica al progetto non risulta inserita la ripiantumazione né nella stessa area né nelle vicinanze. La legge, e anche il regolamento del verde pubblico di Anzio – continua la nota – prevedono una preventiva relazione di un agronomo e l’autorizzazione del Dirigente Responsabile del settore, e l’obbligo di ripiantumazione, azioni propedeutiche proprio per evitare abbattimenti inutili e senza necessità assoluta.
La risposta del Sindaco è stata come spesso accade un generico “controlleremo, faremo”. Ma finora a poco dall’inizio dei lavori questi documenti propedeutici non esistono, controlleremo quindi che si attivi l’iter necessario. Il verde pubblico purtroppo non è una priorità nella nostra città e quasi venticinque anni di amministrazione di centro destra non hanno mai privilegiato e curato questo aspetto, basti pensare allo scempio del verde effettuato con il progetto della nuova Piazza Pia, Piazza Garibaldi in centro e Largo Venezia ad Anzio Colonia. Il piano triennale delle opere pubbliche prevede molti chilometri di nuovo asfalto, marciapiedi nuovi e nessuna progetto di ripiantumazione. Solo tanto grigio. Si parla molto di turismo – conclude la capogruppo del Movimento 5 Stelle Pollastrini – ma una città turistica non può mancare di dedicare attenzione e cura al verde pubblico e alle alberature storiche, è anche una questione di sensibilità politica che sembra essere latente”.