CONDIVIDI
Servizi cimiteriali
Il presidente del consiglio comunale di Anzio Giuseppina Piccolo

Non si sblocca la crisi all’interno della maggioranza di centrodestra che amministra Anzio e in particolare il rimpasto di Giunta che passa attraverso le dimissioni da presidente del consiglio comunale della consigliera della Lega Giuseppina Piccolo. Che da giorni continua invece a tenere duro e a non dimettersi dall’incarico nonostante le pressioni del proprio partito sia ad Anzio che a Roma. Tanto è vero che per lunedì prossimo a Silla Sarsina è stata convocata la conferenza dei capigruppo alla presenza del sindaco Candido De Angelis e della stessa presidente Piccolo per trovare una soluzione. E’ infatti difficile sfiduciare il presidente del consiglio comunale, un passaggio che richiede ragioni fondate.
Come noto l’operazione è quella che vede la Piccolo rassegnare le dimissioni da presidente del consiglio comunale per lasciare il posto a Roberta Cafà dell’Udc; a quel punto l’assessore Gabriella Di Fraia, in quota UDC, verrebbe rimossa e al suo posto rientrerebbe l’ex assessore Laura Nolfi di Fratelli d’Italia. Resterebbe sempre comunque libero il settimo assessorato, quello alle politiche ambientali che era ricoperto da Giuseppe Ranucci. Insomma, se la presidente Piccolo non si dimette la situazione non si sblocca.