Home In evidenza Anzio, veleni sul Comune: lettera di un candidato che contesta l’eleggibilità di...

Anzio, veleni sul Comune: lettera di un candidato che contesta l’eleggibilità di cinque consiglieri: ma è un falso

251
0
bilancio

Veleni sul Comune di Anzio. È stata recapitata in queste ore a mezzo posta ordinaria al sindaco di Anzio, alla segretaria comunale, alla Guardia di Finanza, al prefetto di Roma e alla stampa locale una lettera a firma di Amato Toti, primo dei non eletti nella Lista del sindaco alle ultime elezioni amministrative. Nella nota, molto dura, si fa riferimento alla possibile incompatibilità di cinque consiglieri comunali di maggioranza che, secondo l’estensore, avrebbero debiti con il Comune e con Equitalia e quindi non sarebbero stati candidabili.

In proposito abbiamo contattato Amato Toti che firma questo documento. “Si tratta di un documento assolutamente falso perché – spiega Toti – lo apprendo da voi e sono sconcertato. È vero che subito dopo le elezioni avevo sollevato il problema dell’incompatibilità di alcuni consiglieri comunali, anche perché ero stato il presentatore della lista del sindaco quindi avevo la responsabilità anche sulla dichiarazione che i candidati non avessero pendenze con il comune. Ma questa lettera è assolutamente un falso. Io non l’ho mai scritta; a suo tempo mi sono assunto la responsabilità di sollevare il problema scrivendo al sindaco e alla procura della Repubblica, ma da allora su quella mia segnalazione non ho più avuto riscontro. Ribadisco la lettera che circola anche se reca la mia firma è falsa. Evidentemente c’è chi mira a mettere zizzania nella maggioranza. Mi dispiace che nella lettera siano riportati i nomi di cinque persone che sono tutti miei amici. E comunque mi rivolgerò ad un legale”.