Home Cronaca Sbarco di Anzio, celebrazioni in forma contingentata: on line i videocorti degli...

Sbarco di Anzio, celebrazioni in forma contingentata: on line i videocorti degli studenti sui valori della pace

259
0
Sbarco di Anzio

Sarà un 22 gennaio diverso quello che si appresta a vivere la città di Anzio nel 77° anniversario dello Sbarco Alleato: si svolgeranno in forma contingentata, infatti, le celebrazioni in onore dei Caduti dell’Operazione Shingle che sono in corso di svolgimento nei Cimiteri di Guerra e nei luoghi dello Sbarco ad Anzio, Nettuno, Aprilia e Pomezia. Questa mattina l’assessore anziate Gianluca Mazzi in rappresentanza del sindaco, si è recato al cimitero germanico di Pomezia per ricordare i caduti nella battaglia di Anzio. Domani, invece, sono attese le commemorazioni in Piazza Garibaldi. Allo stesso tempo, durante questa settimana, si svolgeranno diversi progetti, in collaborazione con le scuole del territorio e con il Museo dello Sbarco, finalizzati a trasmettere ai giovani i valori della memoria. Primo tra tutti quello delle scuole superiori Luigi Trafelli, Chris Cappell, Cfp, Emanuela Loi, Innocenzo XII, Pablo Picasso, Gavio Apicio e Stella Maris che hanno risposto ‘presente’ all’invito social del Comune di Anzio, per onorare i Caduti dello Sbarco. Gli studenti, in seguito alla riunione streaming degli Assessori Gabriella Di Fraia e Valentina Salsedo, hanno inviato otto emozionanti cortometraggi sul tema dello Sbarco di Anzio e sul valore della memoria, pubblicati sulla pagina Fb istituzionale del Comune di Anzio e proiettati sul grande ledwall in Piazza Pia.
Gli alunni e studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado, invece, hanno accolto l’invito del Sindaco, per onorare il 22 gennaio con un giorno di riflessione, attraverso libere attività da svolgere in classe.

E sempre le scuole sono state protagoniste oggi nella lettura della toccante lettera inviata al Sindaco di Anzio da Chrissy Smith, figlia del reduce dello Sbarco Geoffrey Smith, sopravvissuto all’affondamento dell’incrociatore Spartan, nei pressi del Porto di Anzio, scomparso sette anni fa. Ad interpretare la lettera, accompagnata da suggestive immagini, con protagonisti i Veterani e Geoffrey Smith, che ha scelto di riposare nei fondali di Anzio, insieme ai suoi commilitoni, le studentesse Giada Gigante, Noemi Ferraro e Giulia Ciotola dell’I.T.E.T. Emanuela Loi di Nettuno.

https://www.facebook.com/616656998369309/posts/4063074093727565/?vh=e&d=n