CONDIVIDI

E’ stata una giornata di festa dello sport quella che si è svolta ieri nel chiostro del Forte Sangallo a Nettuno. Cento giovani atleti di taekwondo fino a 16 anni provenienti da tutte le società sportive del Lazio si sono infatti ritrovati a Nettuno per l’importante esame per ottenere la cintura nera. Ad organizzare l’evento sportivo è stato il presidente del Comitato regionale Lazio Taekwondo Marcello Pezzolla.

“E’ stato un momento molto importante per questi atleti – spiega il maestro Pezzolla – considerato che si tratta delle esibizioni nel quale vengono esaminare le capacità per ottenere la cintura nera. Una sorta di laurea sportiva a coronamento di un percorso fatto di impegni e sacrifici. Ringraziamo il Comune di Nettuno per averci messo a disposizione il Forte Sangallo”.

Due le commissioni che hanno assegnato le cinture nere dopo aver giudicato le esibizioni per le quali è stato utilizzato “Bob”, un sacco umano sul quale i giovani atleti hanno provato i movimenti e le tecniche. Una manifestazione sportiva per riuscita anche sotto il profilo organizzativo nel rispetto delle disposizioni per contenere il contagio da coronavirus.