Home Cronaca Consigli utili per ottenere il bonus vacanze

Consigli utili per ottenere il bonus vacanze

101
0
CONDIVIDI

Il consigliere comunale di Nettuno del PD Roberto Alicandri, che è anche responsabile di un patronato, fornisce indicazioni utili per la fruire del bonus Bonus Vacanze varato dal Governo per rilanciare il turismo nella fase post Covid-19.
Chi può richiedere il bonus:
le famiglie con Isee ordinario o Isee corrente inferiore a 40.000 euro. Per ricevere assistenza gratuita nella presentazione dell’Isee, sia ordinario che corrente, si consiglia di contattare il proprio Caf o Patronato di fiducia.

A quanto ammonta il Bonus:
è un credito da €150 per i nuclei composti da 1 persona, €300 per nuclei composti da due persone, €500 per le famiglie con più di due persone. L’80 del bonus sarà applicato sotto forma di sconto da parte della struttura presso la quale si è pernottato, mentre il restante 20% si potrà detrarre nella dichiarazione dell’anno prossimo.

Come richiedere il bonus:
il bonus si richiede tramite l’app: IO al sito https://io.italia.it/
Una volta scaricata, per completare la procedura è necessario avere a portata di mano:
– lo SPID, cioè il Sistema pubblico di identità digitale che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione o la Carta di identità elettronica a cui viene associato un PIN di 8 cifre che permette anch’esso di accedere ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione. Per fare lo Spid in modo gratuito basterà recarsi ad esempio alle Poste, ma anche altri identity provider lo possono rilasciare.
– l’Isee 2020 ordinario o corrente

Requisiti:
le spese devono essere sostenute in una unica soluzione; il totale del corrispettivo deve essere documentato da fattura nella quale deve essere indicato il codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito;
il pagamento del servizio, se non effettuato direttamente alle imprese turistico ricettive/agriturismi o bed&breakfast, potrà essere gestito solo da agenzie di viaggio, quindi si consiglia di rivolgersi alla propria agenzia di fiducia.