Home In evidenza Nettuno, opposizione critica: “Città abbandonata alla violenza e Comune assente”

Nettuno, opposizione critica: “Città abbandonata alla violenza e Comune assente”

224
0

I consiglieri comunali di opposizione Waldemaro Marchiafava, Marco Federici, Roberto Alicandri e Antonio Taurelli intervengono in relazione all’ultimo episodio di violenza accaduto la scorsa notte al Borgo medievale nel quale è rimasto ferito un giovane di vent’anni, e sulla crisi amministrativa con il rimpasto delle deleghe assessorili che ancora non vede la luce. “Viviamo in una città abbandonata a se stessa – attaccano i quattro consiglieri -, in cui la notte accadono gravi episodi di violenza. Non c’è un vero controllo che garantisca il rispetto delle regole e la sicurezza dei cittadini. Dove sono quei partiti, Lega e Fratelli D’Italia in primis, che facevano della sicurezza una bandiera durante la campagna elettorale? Cosa hanno fatto in questo anno di governo per gestire la sicurezza sul territorio? Facciamo un appello al Sindaco basta proclami, si amministri, ma soprattutto si rispetti la Città ed i Nettunesi”.

I quattro consiglieri comunali muovono poi critiche sul fatto che il post coronavirus è la necessità di intervenire sul tessuto sociale sia praticamente assorbita dalle beghe all’interno della maggioranza. “Mentre la Città è ancora in attesa di una seria programmazione per la ripartenza post Covid 19 – scrivono in proposito Taurelli, Alicandri, Federici e Marchiafava – l’amministrazione di centrodestra è in tutt’altre ‘faccende affaccendata”. Le consultazioni spartitorie in maggioranza proseguono per cercare ancora una volta di trovare una quadra che condurrà prevedibilmente all’ennesima lotta tra bande a difesa dei posti di potere e non certo dei posti di lavoro!”.