Home Cronaca Anzio, naufragio di un motopeschereccio: morto marittimo. Salvi gli altri due

Anzio, naufragio di un motopeschereccio: morto marittimo. Salvi gli altri due

632
0

Non ce l’ha fatta il marittimo di 55 anni, di origini tunisine, che oggi pomeriggio intorno alle 16 è rimasto vittima, insieme ad un altro marinaio ed il capitano del motopeschereccio Gabriella, di un drammatico incidente dietro l’imboccatura del porto di Anzio. La paranza era uscita questa mattina per la consueta battuta di pesca quando, giunta dietro il muro del porto, a causa del fortissimo vento che si è abbattuto sul litorale, è stata prima travolta dalle onde, poi si è ribaltata ed infine è affondata. Mancavano pochi metri all’ingresso in porto, ma il destino ha voluto scrivere una pagina nera per la pesca neroniana. Poco prima era scattata la richiesta di soccorso; la motovedetta della Capitaneria di porto ed i sommozzatori dei Vigili del fuoco sono prontamente intervenuti per cercare i dispersi. Il comandante del motopeschereccio, Domenico Guidotti, è stato tratto in salvo insieme ad un marinaio di origini egiziane, che invece appena sceso in banchina si è dileguato.

Le ricerche sono andate avanti per tentare di salvare anche il terzo uomo anche con l’intervento dei sommozzatori e di un’eliambulanza. L’uomo è stato trasportato a riva, dove i soccorritori del 118 hanno tentato di rianimarlo per venti minuti. Ma per il marittimo non c’è stato nulla da fare. Quando è stato recuperato, il corpo era privo di vita. Si tratta di Fathi Ben Salem, residente a Nettuno.

In lutto per la triste perdita l’intera fottiglia anziate, il mondo della pesca ed il comparto ittico locale.