Claudio Dell'Uomo

L’assessore Claudio Dell’Uomo conferma di aver incaricato la Morasca srl di fare i lavori della chiesa di Santa Maria del Quarto al cimitero di Nettuno“Abbiamo fatto la gara per la manutenzione del cimitero, ossia taglio erba, tumulazioni da non confondere con i lavori di ampliamento – spiega Dell’Uomo – e la ditta risultata vincitrice aveva messo nell’offerta anche la riverniciata della chiesetta. Gli operai dovevano quindi entrare in servizio il 10 maggio per effettuare questi lavori. Sabato scorso ho parlato con il responsabile che mi ha detto che avrebbe mandato qualcuno per fare un sopralluogo e controllare la situazione, per capire di che tipologia di lavoro ci fosse bisogno, quali erano i punti in cui intervenire per poi procedere con una semplice ritinteggiata. L’unica mia richiesta è stata quella di portare un trabattello abbastanza alto da poter raggiungere le finestre per capire se avevano la necessità di essere eventualmente sostituite con un ulteriore intervento oppure se non ce ne fosse bisogno”.
“Al momento del “blitz” – continua l’assessore dell’Uomo – gli operai stavano soltanto controllando la situazione del muro togliendo “il fracicume” nei punti in cui la vernice era scoppiata e verificando se e in quali punti ci fosse stata la necessità di procedere con qualche stuccatura prima di ritinteggiare. Il tutto nelle parti interne della struttura su cui non è presente alcun affresco, sui muri che già erano stati tinteggiati precedentemente e mantenendo lo stesso colore. Non si tratta di nessuna opera muraria né di intonaco; nessuno avrebbe toccato e toccherà la parte affrescata e non ci sarà alcun intervento strutturale. Era in atto soltanto un’analisi della situazione per poi poter passare una mano di vernice. Per questi interventi di manutenzione ordinaria – precisa – non è necessario l’intervento delle Belle Arti ed è per questo motivo che non sono state interpellate. Effettivamente sabato non avevo avvertito né l’ingegner Sajeva (dirigente dell’Area Ambiente ndr.) che lunedì avrebbero cominciato a fare questo sopralluogo. Lunedì mattina Maurizio Camusi, l’impiegato responsabile del cimitero, ha trovato gli operai e mi ha chiamato; ho spiegato la situazione a lui e successivamente anche all’ingegner Sajeva che poco dopo mi ha chiamato. C’è qualcuno che solo ora si è accorto della presenza di questa chiesa, ma negli ultimi 20 anni è la prima volta che ci si mette mano, dopo un lungo periodo di abbandono”.