Home Cronaca Covid-19, sono quasi le 900 famiglie di Anzio che hanno beneficiato del...

Covid-19, sono quasi le 900 famiglie di Anzio che hanno beneficiato del contributo sociale. Bonus scuola a 500 nuclei

776
0

Sono quasi 900 le famiglie in difficoltà di Anzio, alle quali è stato inviato il contributo sociale, fino a 600 euro, stanziato dall’Amministrazione comunale per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Ai 250.000 euro già inviati a 548 famiglie di Anzio, attraverso un contributo comunale una tantum fino a 600 euro (il contributo può superare i 600 euro in caso di minori con disabilità), sono stati aggiunti ulteriori 350.000 euro, provenienti dalla Protezione Civile, destinati alle persone in difficoltà che hanno fatto domanda attraverso l’avviso pubblico del Comune.
La commissione interna, composta da dipendenti dell’Ente, con impegno e spirito di servizio – ha reso noto il sindaco Candido De Angelis -, sta lavorando senza sosta per proseguire nel conferimento dei contributi finalizzati a fronteggiare l’emergenza economica in corso”. Anche questa mattina sono stati consegnati alle famiglie bisognose numerosi pacchi, con prodotti di prima necessità per adulti e bambini.

Allo stesso tempo, sta proseguendo l’erogazione del bonus, fino a 170 euro, per migliorare la didattica a distanza, tramite l’acquisto di tablet e stampanti proposta dall’assessore alla Pubblica Istruzione Laura Nolfi. Sono 443, fino a questo momento, le pratiche evase relative alle famiglie che hanno ricevuto o che riceveranno a breve il contributo, per migliorare la didattica a distanza degli alunni del territorio. “Oltre ai 50.000 euro iniziali, per finanziare il progetto didattico e per dare una risposta positiva alle 650 domande valide pervenute, – spiega l’assessore Nolfi – abbiamo stanziato ulteriori 40.000 euro di fondi comunali. Mi ha sempre preoccupato il rischio che si crei una disparità, fra chi continuerà ad essere al passo e chi rimarrà indietro. Quel famoso divario digitale, prima forse solo teoria, ma oggi allarmante realtà della quale, insieme al Sindaco ed all’Amministrazione, ci siamo fatti carico, con l’obiettivo di dare un segnale concreto per agevolare tante famiglie nell’acquisto di strumenti informatici da destinare ai nostri ragazzi“.