Sono stati 150 solo questa mattina i tamponi eseguiti su pazienti e dipendenti della Casa di Cura Villa dei Pini di Anzio, dove nelle ultime ore sono stati registrati 23 casi: diciotto degenti della struttura e cinque dipendenti. Numeri fuori controllo che hanno spinto la direzione sanitaria della casa di cura ad eseguire tamponi a raffica. Solo questa mattina 150, altri saranno eseguiti nella giornata di domani. E mercoledì si dovrebbe avere il quadro completo della situazione, ma c’è molto pessimismo.
La direzione della casa di cura ha intanto chiesto alla regione Lazio l’autorizzazione all’apertura del reparto Covid-19 che era stato allestito proprio per rispondere alle richieste della regione stessa, ma che non era stato aperto per le perplessità manifestate dal Comune di Anzio nell’apertura di un reparto che accogliesse anziani positivi al virus provenienti da altre residenze sanitarie assistenziali. Ma, incredibilmente a dirsi, l’emergenza potrebbe portare all’apertura del reparto Covid-19 presso la casa di cura che, dunque, potrebbe ospitare i contagiati della stessa struttura sanitaria.