Home Cronaca Coronavirus, controlli dei Carabinieri nel week end di Pasqua: 700 fermati e...

Coronavirus, controlli dei Carabinieri nel week end di Pasqua: 700 fermati e 48 sanzioni

1821
0
Carabinieri

Sono stati più di 700 i controlli, scrupolosissimi, effettuati in queste giornate che hanno accompagnato Pasqua e Pasquetta, dai Carabinieri della Compagnia di Anzio. I militari sono in servizio, sulle strade tra Anzio, Nettuno ed Ardea, da settimane insieme alla task force con le altre forze di polizia del territorio, per la gestione delle misure di contenimento del Coronavirus. L’obiettivo resta quello di evitare che i cittadini escano di casa senza un valido motivo, rischiando di propagare il contagio da Covid-19. Da venerdì ad oggi (lunedì 13 aprile) sono state complessivamente 48 le persone sanzionate dai Carabinieri poiché in strada, in auto o a piedi, senza un giustificato motivo.

Vediamo nel dettaglio i numeri: nella giornata di venerdì i controlli sono stati 228, ma nessuna sanzione è stata elevata; sabato 11 sono state 135 i controlli effettuati, 14 le sanzioni. Nel giorno di Pasqua le persone fermate e controllate sono state 199 con 19 sanzioni elevate, mentre nella giornata di oggi (pasquetta) i militari dell’Arma hanno controllato 158 autocertificazioni. Di queste 15 non sono risultate in regola e per i firmatari è quindi scattata la denuncia. “La maggior parte delle persone controllate sono residenti sul territorio, tra Nettuno Anzio ed Ardea – spiega il comandante della Compagnia di Anzio, Giulio Pisani, solo una piccola percentuale proveniva dai Comuni limitrofi. Tra le persone controllate, ce ne sono state diverse in contrasto con le norme previste dal Governo che vietano gli spostamenti da un comune all’altro o le uscite di casa se non per comprovati e urgenti motivi“. Tra le giustificazioni più ‘strane’ riscontrate in questi quattro giorni dai Carabinieri, ci sono quelle di due persone di Anzio, fermate dai militari, che hanno dichiarato di essere diretti ad Ardea per comprare le sigarette. Motivo, questo, che non rientra ovviamente tra quelli comprovati. Senza contare che i due avevano in tasca altri pacchetti di sigarette; immediata la sanzione.

Un altro uomo è stato fermato a piedi, sempre ad Anzio, ed ha dichiarato di essere intento a fare footing. Peccato che la sua residenza fosse a Torvajanica e che addosso gli siano state trovate alcune dosi di cocaina. Oltre alla sanzione al decreto governativo in materia di spostamenti Coronavirus, l’uomo è stato immediatamente segnalato amministrativamente per possesso di droga ad uso personale. Voleva recarsi a comprare droga anche un altro uomo, sempre di Anzio, fermato in queste ore che non ha potuto che essere sincero con i Carabinieri. Anche per lui è scattata la sanzione. Infine una donna rom, senza fissa dimora, fermata dai Carabinieri ha riferito che era uscita di casa per recarsi al lavoro. Incredibile.