Home Cronaca Emergenza Coronavirus: la solidarietà delle mamme di Nettuno verso l’asilo nido privato...

Emergenza Coronavirus: la solidarietà delle mamme di Nettuno verso l’asilo nido privato Cartoonia

6375
0

Le mamme dei bambini che frequentano l’asilo nido Cartoonia a Nettuno chiedono allo Stato un forte sostegno ai nidi privati che, con l’emergenza Coronavirus, stanno attraversando un momento di grande difficoltà e hanno un futuro quanto mai incerto. Il decreto “Cura Italia” non sembra infatti aver dato i risultati che i gestori degli asili nido privati speravano. Per questo le mamme dei piccoli che frequentano Cartoonia hanno voluto scrivere una lettera che non è solo un appello allo Stato, ma anche un momento di vicinanza e solidarietà nei confronti degli operatori ed educatori.

“Stiamo vivendo giorni di forte preoccupazione e crescente inquietudine, giorni in cui la fragilità umana e la vulnerabilità della presunta sicurezza sono insidiate a livello mondiale dal COVID-19 davanti al quale si stanno piegando tutte le attività più significative. Le mamme dei bimbi di nido Cartoonia di Nettuno si uniscono al grido delle operatici del nido per chiedere solidarietà alle istituzioni comunali e governative per una maggior sostegno e contributo a favore delle organizzazioni che da anni sul territorio offrono energicamente assistenza alle famiglie di lavoratori accogliendo, educando ed istruendo i “i nostri” bimbi con passione amore e dedizione. Siamo grate allo stato per i voucher baby sitter, ma i nostri bambini hanno bisogno di tornare al “nido” dove socializzare, giocare ed imparare è più facile se condiviso tra coetanei.
L’appello alle autorità competenti è quello di non trascurare il sostegno a queste strutture che ci regalano la serenità per i nostri figli di un luogo sicuro e protetto. In nostro grande rammarico è quello che, al termine di questa sfida contro un maledetto virus, non potremmo più contare sull’assistenza di questi nidi dove poter lasciare i nostri piccoli, ai quali manca la scuola non solo come momento di gioco, ma soprattutto come attività di condivisione. Si, perché ai bambini mancano le “zie”, gli amichetti, le recite, le canzoncine, le favole, l’appello a loro tanto cari perché fanno parte di una quotidianità che attualmente non c‘è e che rischia di diventare un ricordo se le autorità politiche non offriranno opportuno e concreto sostegno a queste piccole ma grandi strutture. Confidiamo nella solidarietà operosa di tutti.
#iorestoacasacositornoprestoascuola
le mamme di Nido Cartoonia