SHARE

In un esposto alle procure di Roma e Velletri, il Codacons chiede l’arresto immediato e incriminazione per i reati di epidemia dolosa e attentato alla salute pubblica per il sessantenne di Anzio positivo al coronavirus che non ha rispettato l’isolamento. L’uomo era stato individuato nei giorni scorsi dai carabinieri nella zona di Lavinio mentre passeggiava con il proprio cane.
Il comportamento del cittadino in questione – si legge in una nota del Codacons – è paragonabile a quello di chi, nonostante sappia di avere l’Aids, ha rapporti non protetti con altre persone, mettendo a rischio la salute di una pluralità di soggetti. Per tale motivo abbiamo chiesto oggi alle Procure di Roma e Velletri di disporre il carcere per il 60enne di Anzio e l’incriminazione per i gravi reati di epidemia colposa e delitti contro la salute pubblica, ai sensi degli art. 438 e 452 del codice penale”.