Home Cronaca Anzio Covid-19, prime sanzioni per chi esce di casa senza validi motivi....

Anzio Covid-19, prime sanzioni per chi esce di casa senza validi motivi. La Polizia locale: “Momento cruciale, state a casa”

536
0

Stanno andando avanti, senza sosta, sull’intero territorio comunale i controlli della Polizia locale di Anzio. Verifiche incessanti sia sulle strade, sia nelle attività. Se in quest’ultimo caso non si segnalano al momento trasgressori, tutt’altro discorso è per gli automobilisti. Sono ancora troppi quelli che vanno in giro e senza un motivo rientrante tra quelli previsti dal Governo:
Da stamattina, infatti, sono iniziate a fioccare anche ad Anzio le prima denunce nei confronti di coloro che cercano di entrare in città senza auto-dichiarazione e soprattutto senza una reale necessità. “Stiamo stringendo sui controlli al massimo – spiega il comandante della Polizia locale, Antonio Arancio, il decreto è chiarissimo: tutti devono restare a casa. Se le persone escono di casa senza un valido motivo e daranno giustificazioni che dovessero rivelarsi non corrispondenti al vero, verranno immediatamente denunciate per falso. E’ importante che tutti dimostrino senso civico e senso di responsabilità: questo è il momento topico, cruciale: siamo proprio nei giorni di incubazione dopo l’ultimo week end che ha visto la nostra città piena di gente“.

A tutti i cittadini è richiesto di:

  • uscire di casa solo per esigenze lavorative, motivi di salute e necessità. Ove richiesto, queste esigenze vanno attestate mediante autodichiarazione, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia o scaricati da Internet. Una falsa dichiarazione è un reato. Leggi la direttiva del Ministro dell’Interno ai Prefetti e scarica il modulo di autocertificazione
  • evitare ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico
  • è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.