Home Cronaca Covid-19, street control e varchi di accesso sulle strade di Anzio e...

Covid-19, street control e varchi di accesso sulle strade di Anzio e Nettuno. Ecco tutte le misure

544
0

In concomitanza con le dichiarazione dell’organizzazione Mondiale della Sanità che ha parlato di pandemia riferendosi all’emergenza Covid-19, le Amministrazioni comunali di Anzio e Nettuno mettono in campo misure ancor più restrittive per contenere la diffusione del virus sul territorio. Ad Anzio è attivo il Centro Operativo Comunale (COC),  la Polizia Locale è a lavoro per il controllo degli spostamenti sul territorio e nel fine settimana disposti varchi d’accesso in città.

A Nettuno, invece, è stato attivato il Call Center comunale per dare risposte ai cittadini. Nel week anche qui al via lo Street control della Polizia locale sugli accessi in città.

Vediamo nello specifico i due provvedimenti firmati oggi dai sindaci.

– ANZIO –

Il Sindaco Candido De Angelis, dal 10 marzo, fino a cessata emergenza, ha disposto l’attivazione del Centro Operativo Comunale finalizzato a coordinare tutti i servizi di prevenzione e soccorso per evitare la diffusione, sul territorio comunale, del virus Covid-19. Con il divieto vigente agli spostamenti delle persone fisiche, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, su indicazione del Sindaco la Polizia Locale, guidata dal Comandante Antonio Arancio, ha immediatamente attivato i controlli, tramite posti di blocco che, nel corso del fine settimana, saranno intensificati anche con l’istituzione di varchi d’accesso, posizionati ai confini del territorio comunale di Anzio.

“Ringrazio la Polizia locale e tutto il personale dell’Ente in servizio a tutela della salute pubblica. Un commosso abbraccio a tutto il personale medico e paramedico, eccellenza sanitaria nel mondo – commenta in queste difficili ore, il Primo cittadino anziate – Ringrazio la Polizia Locale, il Comandante Arancio, il Dirigente Santaniello e tutto il personale dell’Ente, impegnato, con azioni concrete, a prevenire le diffusione del virus ed a tutela della salute pubblica. Tutti gli uffici dell’Ente, nonostante mille difficoltà, sono operativi e stanno proseguendo la loro attività al servizio della cittadinanza. Un commosso abbraccio, per l’enorme lavoro che stanno svolgendo,  lo rivolgo a tutto il nostro personale medico e paramedico, eccellenza sanitaria nel mondo”.       

Sulla disposizione, a firma del Sindaco De Angelis, sono riportate alcune semplici direttive alla cittadinanza come quella di lavarsi spesso le mani con acqua e sapone  o con soluzioni a base di alcol, di rimanere a una certa distanza – almeno un metro – dalle altre persone, di evitare di toccarti occhi, naso e bocca con le mani, di contattare il numero gratuito 1500  in caso di febbre, tosse o difficoltà respiratorie. Inoltre si raccomanda la cittadinanza di acquisire le corrette ed ufficiali informazioni presso i seguenti canali istituzionali: MINISTERO DELLA SALUTE- www.salute.gov.it/ portale nuovo coronavirus, ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’- www.epicentro.iss.it/coronavirus/.  In prima istanza è sempre attiva la Sala Operativa della Polizia Locale del Comune di Anzio, sita in Via del Faro 1, tel. 06-98499433, fax 06-98499432, email: polizia.locale@comune.anzio.roma.it

– NETTUNO –

E’ attivo presso presso il PIT di lungomare Matteotti un numero di call center dedicato raggiungibile allo 06/98889278, attivo tutti i giorni dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 18,30, a cui risponderanno i volontari delle associazioni e della Protezione Civile che saranno a disposizione dei cittadini per rispondere a dubbi riguardo alle misure da adottare per contrastare la diffusione del Coronavirus, i divieti previsti dalla normativa e anche per mettere in contatto i cittadini con gli uffici comunali che dal 10 marzo ricevono solamente previo appuntamento.
Nel fine settimana le squadre di Polizia Locale e Protezione Civile, già attive nel monitoraggio del territorio comunale, controlleranno il rispetto delle norme fissate dal DPCM dell’8 marzo ed estese a tutto il territorio nazionale con il DPCM del 9 marzo. Tra queste l’obbligo di chiusura nei giorni prefestivi e festivi di tutte le medie e grandi strutture commerciali che non vendono generi di prima necessità. Escluse dalla chiusura i supermercati e le farmacie anche se ubicate nei centri commerciali. Verranno, inoltre, controllati spiagge, parchi e aree verdi per evitare che si verifichino assembramenti di persone. Pronte, poi, anche delle postazioni di street control presso le quattro vie principali di accesso alla città, con i trasgressori che saranno convocati presso il comando della Polizia locale per chiarire la propria posizione.
Si raccomanda, infine, agli esercizi commerciali che dovranno vigilare su numero di avventori contingentando gli ingressi presso le proprie attività; far mantenere ogni contatto sociale ad una distanza interpersonale di un metro e vigilare sulle arre prospicienti alle attività affinché gli avventori adottino un comportamento civile e corretto nel rispetto di quanto dettato dalla normativa.