SHARE

Il sindaco di Nettuno Alessandro Coppola ha incontrato in settimana i rappresentati del Nettuno Baseball City e del Nettuno 2 che partecipano alla serie A1 e il Nettuno BC 1945 che invece partecipa alla serie A2. Obiettivo era quello di sondare le posizioni per cercare di riunificare le tre squadre in un’unica forte formazione in grado di partecipare alla massimo campionato di baseball che comincerà ad aprile.
La riunione non ha avuto l’esito sperato dal sindaco che comunque ha lasciato qualche giorno di tempo alle tre società per una risposta definitiva. Ma proprio questa sera è arrivata la risposta del Nettuno 1945 che si è chiamato fuori da ogni ipotesi di riunificazione delle tre società.
Al fine di permettere a tutti di fare le valutazioni del caso – si legge in una nota della società -, il presidente e la dirigenza tutta rende noto di essere stati chiamati ad un tavolo istituzionale per verificare la possibilità di creare sinergie possibili tra le squadre nettunesi. Il Nettuno BC 1945 non è al momento interessato ad eventuali proposte di unificazione, pur ritenendole estremamente interessanti sia nel merito che nella valenza sociale. Le motivazioni del nostro diniego alle trattative sono: rispettare i regolamenti e decisioni fibs senza cercare scorciatoie per conquistare la A1; seguire il progetto originale Reboot oramai partito ed avviato.
Ringraziamo comunque per l’opportunità presentata – continua il comunicato – ma riteniamo che non è questo il momento per proseguire su questo discorso. Ci inorgoglisce comunque la smisurata attenzione su questa semplice e gioiosa squadra di serie A2. Forse siamo davvero grandi e non ce lo sappiamo raccontare fino in fondo. Grazie al nostro Sindaco e alla dirigenza tutta del City – conclude la nota del Nettuno BC 1945 – ma non ci sentiamo ancora pronti per un percorso così impegnativo. L’augurio di tutti è che in futuro si possano vivere tempi migliori per il movimento del baseball a Nettuno”.