Home Cronaca L’ex presidente del Basket Nettuno Stefano Tocci: “Teniamo vivo il palazzetto dello...

L’ex presidente del Basket Nettuno Stefano Tocci: “Teniamo vivo il palazzetto dello sport”

232
0

Sulle polemiche relative alla gestione del palazzetto dello Sport di Santa Barbara interviene l’ex presidente e attuale dirigente del Basket Nettuno Stefano Tocci.
La solerte opposizione amministrativa ha segnalato il caso; la maggioranza ha trovato la soluzione (finalmente qualcuno ha a cuore lo sport) – scrive Tocci – Mai ci fu una tale attenzione per la cosa pubblica, mai un così grande accanimento che ha cementato ben 6 consiglieri comunali. Alle condivisibili dichiarazioni del Sindaco Coppola, vanno aggiunte alcune precisazioni per evitare che si butti via acqua sporca e bambinello:
– chi in questo momento occupa la palestra (in proroga) paga alle casse comunali 30.000 euro annui e mantiene viva la struttura.
– fa fare attività sportiva a centinaia di atleti ed associazioni del territorio;
– ha avuto un affidamento ed ora è in regime di proroga;
– parteciperà alla prossima gara nella speranza che il capitolato sia “umano”.
Le gare precedenti – continua – sono andate deserte perché il canone(30.000 euro annui) andava a sommarsi alla messa a norma (120.000), alla guardianeria, alle pulizie, all’energia; il tutto per un totale, nel primo anno, di oltre 170.000 euro. Nel frattempo la procedura concorsuale era stata affidata alla Società Ieopa che avrebbe preteso 9.000 euro dall’aggiudicatario.
Ecco il ceppo del Coronavirus cittadino, ecco dove le attenzioni andavano rivolte. Le stesse attenzioni che non hanno evidenziato che i due più importanti impianti (calcio e baseball) sono ridotti a prati a dir poco incolti. La stessa fine avrebbe fatto la palestra di Santa Barbara. Stesse attenzioni che andavano rivolte ad un impianto (ex bocciodromo), dato in concessione per 12 anni a 90 euro mese con modifica di destinazione d’uso.
Bene ha fatto il Sindaco e la squadra ad intervenire; bene farà l’opposizione a considerare tutti gli elementi di questa vicenda.
Il paziente va curato – conclude l’ex presidente del Basket Nettuno Tocci – e non è cosa bello sentire che l’intervento è riuscito, ma il paziente è morto.
Aiutate a tener viva una struttura che altrimenti morirà. L’ennesima struttura. Nettuno non lo merita”.