Home Cronaca Nettuno, rischio e dissesto idrogeologico: in arrivo 4 milioni di fondi per...

Nettuno, rischio e dissesto idrogeologico: in arrivo 4 milioni di fondi per gli interventi

180
0
Camarda e D'Aprano

Sono quattro le opere presenti sul territorio di Nettuno che beneficeranno dei fondi stanziati dal Capo del Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno, di concerto con il capo del Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato del Ministero dell’Economia e delle Finanze, per interventi di messa in sicurezza contro il dissesto idrogeologico. In arrivo ci sono fondi per un totale di € 4.020.000 euro.
Nello specifico le opere che partiranno entro 8 mesi saranno la regimentazione delle acque meteoriche in località Piscina Cardillo, Tre Cancelli, Sandalo di Ponente e Sandalo di Levante (842.440 euro), la regimentazione acque meteoriche in via Padre Pio (1.307.910), la messa in sicurezza di via Genova. “Stazione di pompaggio e condotta sottomarina alla foce del Fosso Quinto Loricina” 2° lotto (920.000) e la bonifica ambientale della “Stazione di pompaggio e condotta sottomarina alla foce del Fosso Quinto Loricina” (949.650).
Si tratta di un risultato importante, frutto del lavoro fatto da questa Amministrazione in questi primi mesi di mandato – afferma il sindaco Alessandro Coppolaringrazio l’assessorato ai Lavori Pubblici e i tecnici degli uffici per l’ottimo lavoro svolto atto all’ottenimento di questo importanti risorse che serviranno per attuare opere attese dalla cittadinanza e che avevamo promesso di portare a compimento, andando a risolvere situazioni critiche e di vera emergenza. Come il problema degli allagamenti, dramma che hanno toccato con mano e con dolore i cittadini di Sandalo poche settimane fa. Un ringraziamento lo voglio riservare anche all’ex Commissario Prefettizio Bruno Strati per il lavoro svolto durante il suo mandato e per seguire sempre con attenzione le vicende che riguardano Nettuno anche nel ruolo che ricopre attualmente”. L’ottenimento dei 4 milioni di euro è partito con la variazione di bilancio votata in giunta a settembre, alla quale ha fatto seguito l’avvio della procedura da parte dell’assessore ai Lavori Pubblici Luca Tammone.