SHARE

Sulle celebrazioni svoltasi questa mattina al Campo della Memoria nell’ambito delle iniziative programmate nel giorno dei defunti, L’Anpi locale critica duramente le amministrazioni comunali di Anzio e Nettuno.
Oggi 2 novembre 2019, giorno dei defunti – scrive l’Anpi – le Amministrazioni comunali di Anzio e Nettuno si sono recate ancora una volta al Campo della Memoria per omaggiare i caduti fascisti della X MAS. Il Campo della Memoria, seppur riconosciuto come cimitero di guerra, resta un luogo che incarna una posizione assolutoria del fascismo, contribuendo ad una visione revisionista della storia.
Omaggiando con la loro presenza il Campo della Memoria, le amministrazioni di Anzio e Nettuno si rendono simbolicamente complici di chi porta avanti valori opposti a quelli della nostra Costituzione.
Come sezione A.N.P.I. – continua la nota della sezione locale – auspichiamo che in futuro le Amministrazioni locali non commemorino più i caduti presenti al Campo della memoria e che anzi si impegnino sempre più, con le loro scelte e le loro azioni, nella diffusione dei valori democratici e antifascisti”.