Home Cronaca Nettuno, l’arredo urbano fatto con le “bagnarole”

Nettuno, l’arredo urbano fatto con le “bagnarole”

3
0
SHARE

Una volta ci si sciacquavano i pomodori prima di bollirli per fare la passata. Oppure si riempivano di uva nelle vigne durante la vendemmia. Oggi, invece, sono diventate delle fioriere per abbellire il centro cittadino di Nettuno. Sono le classiche “bagnarole” di plastica nera le nuove protagoniste dell’arredo urbano, riempite di terra e di fiori fanno bella mostra di sé sul lungomare cittadino. Lungomare che poi, proprio dal punto di vista del decoro urbano lascia a desiderare anche sotto altri punti di vista, con rattoppi di asfalto che prendono il posto dei sampietrini e suppellettili varie mezze rotte e abbandonate o sistemate alla bell’e meglio in quello che dovrebbe essere il principale biglietto da visita della città. Con la prosecuzione dei lavori della pista ciclabile da via Cattaneo verso il Santuario, che comprendono anche interventi proprio all’arredo urbano, si spera che la situazione possa migliorare. Ma nel frattempo ci teniamo le “bagnarole“.

Servizio sul numero del Granchio in edicola da questa sera.